Alice nel Sud America delle Meraviglie

di - 21 Marzo 2013

Torna a scrivere per Spazio Tennis Alice Matteucci. La giovane azzurra, classe 1995, ha raccontato la lunga trasferta sudamericana (vissuta insieme ad altre 4 promesse italiane) all’interno della rubrica “Players Lounge“… Da non perdere!

di Alice Matteucci

La trasferta in Sud America è stata organizzata dalla FIT, eravamo 5 ragazze: io, Giorgia Marchetti, Beatrice Lombardo, Valeria Prosperi e Francesca Gariglio, insieme al coach Daniele Ceraudo.

E’ stata un’esperienza straordinaria durata 5 settimane: la prima di allenamento in argentina e poi con il torneo G2 a Mendoza sempre in Argentina, paese stupendo, cibo favoloso per gli amanti della carne, con un bellissimo clima caldo e atmosfera molto motivante; siamo un gruppo molto unito e ci siamo divertite tantissimo, ci siamo sostenute a vicenda e ogni momento lo abbiamo reso unico e divertente.

Poi siamo passate al G2 in Cile, la città di Santiago (foto a sinistra con tutte e 5 le ragazze) mi ha stupita molto, moderna, consmopolita e giovane. Diciamo che i suoi grattacieli mi hanno portato fortuna perchè ho fatto semifinale di singolo e vinto il doppio con Beatrice Lombardo. In seguito siamo andate in Paraguay, G1 ad Asuncion, una città un po’ povera ma con un circolo tennis e un hotel bellissimi. Lì ho raggiunto di nuovo la semifinale sia in singolo che in doppio.

Per finire siamo volate in Brasile G1, il torneo che aspettavo di più, a Florianopolis, cittá pazzesca sul mare con una freschezza e vitalità superiore alle altre! Il Brasile mi ha colpita molto per la simpatia della gente e per i paesaggi favolosi. Qui ho davvero finito in bellezza la trasferta perchè ho fatto finale di singolo. Ho giocato davvero in crescendo durante tutte le settimane battendo delle buone giocatrici e alzando il mio livello fino alla fine. Infatti credo che questa esperienza mi abbia arricchita sia tennisticamente come solidità e positività mentale così come nella fiducia del mio livello e nella consapevolezza che posso giocarmela conle migliori. In più mi sono trovata davvero benissimo con le altre ragazze con cui ho legato come sorelle e credo che fare tornei in gruppo sia molto utile a volte per imparare a condividere e a sdrammatizzare delle situazioni trasformandole in entusiasmo.

Ho avuto la sensazione che la transferta sia volata, 5 settimane passate in due giorni! Alcuni aneddoti divertenti .. Ce ne sono davvero troppi ma i più clamorosi sono per esempio quando in doppio, durante uno scambio, Beatrice Lombardo mi ha tirato un dritto al volo colpendomi dietro la testa, ci siamo immediatamente messe per terra per il troppo ridere, non curanti delle avversarie anche loro in lacrime! Oppure la mia famosa paura per l’aereo che andava di pari passo con il fatto che abbiamo preso tantissimi voli con turbolenze pazzesche, addirittura durante una particolarmente forte mi sono messa a piangere dal nervoso e le altre a farmi il video… Ma ogni momento è stato magico e lo rifarei ancora senza dubbio. Credo sia stata, insieme alla trasferta australiana, l’esperienza che mi ha segnata di più positivamente.

La federazione mi ha sostenuta moltissimo dandomi l’opportunità di fare queste esperienze, mi sono trovata molto bene con Tathiana Garbin e Daniele Ceraudo. Adesso sono molto contenta delle mie prestazioni anche perchè ho raggiunto la classifica di numero 37 Itf under 18, così da poter accedere a tutti gli Slam juniors tabellone fino alla fine dell’anno. I miei prossimi obbiettivi sono quelli di prendere ancora più punti per il Roland Garros e farmi valere negli Slam. Poi per la fine voglio raggiungere una buona classifica Wta.

© riproduzione riservata

152 commenti

  1. bogar67

    Su questa trasferta mi pare nulla da dire rispetto a quella in Svezia, siamo già su un altro livello (G1 E G2) e poi pare che questo Daniele Ceraudo sia un coach davvero in gamba, le ragazze poi il meglio che la nazione ha per quella età! Siamo nell’anticamera del professionismo, almeno una delle 5 ragazze diventasse una top 100 sarebbe un successo! Ricordo però che un paio di anni fa una trasferta del genere fu organizzata per un gruppetto dove ci stava la palermitana Albano e a distanza di due anni miglioramenti non ve ne sono stati! Speriamo stavolta vada meglio!

  2. Alessandro Nizegorodcew

    @bogar
    Devi però anche considerare che stai parlando in questo caso di ragazze che hanno 2 anni in più rispetto a quelle del G4 eh…

  3. Monet

    alice….alice…hai 18 anni e ancora stai a perdere tempo negli under? chjidi come la pansa effettivamnte la Thati,a tu per tu e poi buttati a capofitto nei 10 o 15k….dammi retta,stai solo allungando una agonia che serve a riempire il palmares….della Fit!!!

  4. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    😉

    Ma non glielo dirà.. quando sono andato io parlava del gruppo, della squadra e della Fed Cup…

    In uno sport individuale… Cosa vuoi dire, lo devi capire da solo e .. cambiare strada…

  5. andrew again

    sempre più convinto che la prossima attività FIT sarà rivolta all’offerta di viaggi e turismo…

  6. gliangeliindossanod&g

    Grandi Monet e il Marchese!!! Concordo al 100%!
    (PS: anche in questo caso non voglio in alcuno modo criticare l’atleta in questione e dire che è debole, non la conosco e non mi permetterei, voglio solo fare un discorso generale che vale x tutti).

  7. Hian

    Per rispondere a Madmax e Monet..
    Io penso che una delle cose belle del tennis sia il diverso modo in cui le tenniste, anche coetanee, affrontano certe esperienze.
    Io preferisco di gran lunga che Alice e le altre ragazze abbiano fatto questa interessantissima trasferta piuttosto che il gettarsi sui 10.000 solo per “andare di passo con le altre ragazze”.
    Ci sono esperienze che vanno al di là dei risultati. Pensate che tra qualche anno cosa rimarrebbe di più per Alice: un turno passato in un 10.000 o un’esperienza del genere con delle amiche?
    E anche da un punto di vista più generale.. è preferibile fare qualche punto a livello WTA piuttosto che avere la possibilità di giocarsi gli Slam a livello junior? Stiamo parlando di Slam, non di sciocchezze.
    E’ il caso forse di guardare più verso la persona che verso la giocatrice 😉
    Tra l’altro ottima trasferta, soprattutto per Alice e per, posso dirlo?, la mia beniamina Beatrice Lombardo, che dopo aver visto all’opera grazie ad uno streaming in Turchia mi ha colpito tantissimo.
    Brave ragazze, continuate così, dritte per la vostra strada e non abbiate fretta 🙂 E grazie Alice per il resoconto!

  8. Monet

    caro Hian..”Pensate che tra qualche anno cosa rimarrebbe di più per Alice: un turno passato in un 10.000 o un’esperienza del genere con delle amiche?”
    con questo hai detto tutto tu,io ho scritto forse capendo male e me ne scuso……..

  9. Hian

    “alice….alice…hai 18 anni e ancora stai a perdere tempo negli under? chjidi come la pansa effettivamnte la Thati,a tu per tu e poi buttati a capofitto nei 10 o 15k….dammi retta,stai solo allungando una agonia che serve a riempire il palmares….della Fit!!!”

    Penso proprio di aver interpretato bene 😉

  10. Monet

    pensavo che qui si volesse parlare di TENNIS e non di tennis…..dal momento che Ale gli fa un rticlo,credevo che questa ragazzina voles diventare una pro…ma forse ,ripeto,mi sono sbagliato……

  11. Monet

    ps il tempo vola….meglio pensare al futuro che non a esperienze con amiche….le farai dopo….!!!

  12. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Hian

    Ogni opinione è rispettabile….

    Se andate sul sito della Gotennis vedrete che organizzano un sacco di viaggi in posti magnifici dove si unisce tennis e vacanze… Grandissime esperienze.. 🙂

    Io onestamente guardo molto la persona e non potrebbe essere altrimenti visto che nello specifico alleno mia figlia, ma le guardo per davvero e da padre preferisco insegnare lei educazione, cultura del lavoro, sacrificio e darle veramente un’opportunità..

    Prenderla per il culo e dirle un domani hai fatto una bella esperienza dopo che è da quando ha otto anni che si allena cinque sei ore al giorno, bah io non ci riesco non ho la faccia di palta fino a quel punto, non riesco a dire cazzate del genere a mia figlia ma a nessun altro a cui voglio bene a dire il vero….

    Detto questo chi ha una certa classifica WTA gli Slams junior li gioca direttamente in tabellone.. E in quel modo se li sono meritati per davvero.. 😉

  13. Alessandro Nizegorodcew

    Siete veramente cattivi ragazzi!
    Non è possibile andare a fare solo 10.000 soprattutto in un periodo come questo in cui un’esperienza del genere a mio avviso non é sbagliata. Vedrete che di 10.000$ ne farà tanti anche lei..

  14. Pietro Pistola

    salve

    ma io mi dico: fare il proprio “lavoro” e, insieme, condividere una bella esperienza con le amiche non mi sembra una cosa da buttar via, sinceramente. chi pensa soltanto all’aspetto tennistico è un mostro. è un po’ come la gita scolastica: c’è la parte culturale e poi c’è il cazzeggio. non tutti gli studenti che vi partecipano sono intelligenti e/o studiosi, quindi alcuni non andranno avanti. pazienza.

    e poi mi chiedo: ma dare una riletta all’articolo e pubblicare qualcosa di decente, sotto il profilo ortografico e dal punto di vista strutturale, era proprio impossibile? capisco che spaziotennis sia un sito amatoriale, ma un minimo…

    saluti

  15. Pietro Pistola

    e vorrei aggiungere che, nonostante tutto, continuo a tornare su queste pagine… quindi il lavoro, in generale, di questa redazione lo apprezzo.
    come continuo a leggere tennisbest, che è scritto abbastanza con i piedi.

  16. Alessandro Nizegorodcew

    Caro Pietro nella rubrica players lounge, per scelta, tendo a lasciare quasi integralmente ciò che scrivono i giocatori. Adattando il testo qua e la.. Credo che questo sia uno dei siti meglio scritti e la tua considerazione è fuori luogo. Se vuoi criticare contenuti o stile poi sei liberissimo di farlo e nessuno potrà dire nulla.. O meglio sarebbe la tua rispettabile opinione

  17. Monet

    pistola pietro ”c’è la parte culturale e poi c’è il cazzeggio. non tutti gli studenti che vi partecipano sono intelligenti e/o studiosi, quindi alcuni non andranno avanti.”
    verissimo sog.Pietro,ma levi la parola cazzeggio,perchè nel tennis se ci si prova a arrivare il cazzeggio non esiste!mi scusi se nella fretta non ho riletto i miei errori grammaticali,scrivo dall’ipad e allora …..e cmq sia quaesto è un sito dove la parola tennis è scritta in maiuscolo,credo che interessi a pochi le gite alla valtur o simili….con tutto il rispetto!!

  18. Alessandro Nizegorodcew

    @monet
    Non ho ben capito dove sia il cazzeggio in questo racconto.. Si è parlato di cibo (non devono mangiare i giocatori?) e di atmosfera (non è giusto condividerla?).. Non mi sembra di sia parlato di giornate in giro per le città, di discoteche, ecc.. Scusa ma di che state parlando?

  19. Alessandro Nizegorodcew

    TennisBest scritto con i piedi? Vabbe.. Bisti è uno dei migliori d’Italia nel tennis.. Dai su..

  20. Monet

    🙂 🙂 🙂 a ALE che te sei fumato? ho ripreso una frase scritta dal dott Pistola…….

  21. bogar67

    Bisogna solo vedere con quale spirito si è partiti da Malpensa, se quello tipo quella trasmissione che fanno su rete 4 tanto cara a mia moglie dal titolo “Donna Avventura! oppure si è andati li a fare tornei sottoponendosi a giornate dure e respirando tennis dalla mattina alla sera con un coach stile sergente di ferro.
    Mi pare che qualcuno 🙂 su questo blog in passato ha scritto che la Garbin ha accompagnato la figlia in un torneo Eta e non le faceva fare un bel tubo!!

    La quinta parola secondo Roberto Baggio è SACRIFICIOs.
    Ho subito da giovane incidenti alle ginocchia che mi hanno creato problemi e dolori per tutta la carriera. Sono riuscito a convivere e convivo con quei dolori grazie al sacrificio che, vi assicuro, non è una brutta parola. Il sacrificio è l’essenza della vita, la porta per capirne il significato. La giovinezza è il tempo della costruzione, per questo dovete allenarvi bene adesso. Da ciò dipenderà il vostro futuro. Per questo gli anni che state vivendo sono così importanti. Non credete a ciò che arriva senza sacrificio. Non fidatevi, è un’illusione. Lo sforzo e il duro lavoro costruiscono un ponte tra i sogni la realtà.

  22. Alessandro Nizegorodcew

    Ma il cazzeggio in questo racconto non c’è è quindi nemmeno il villaggio valtur

  23. Nikolik

    Infatti, Alessandro, stanno parlando del nulla.

    Spiace dirlo, ma ormai questo tuo sito è diventato un poligono di tiro, un tiro al massacro di ogni ragazza che venga intervistata o di cui se ne racconti la storia.

    Io francamente non sono d’accordo con questo andazzo.

    La Matteucci non ha detto che è andata a divertirsi.
    Ha raccontato la sua esperienza, tutto lì.
    E andata a giocare poi, che discorsi, era con altre ragazze, ha raccontato che si sono fatte un video in aereo, capirai il divertimento, non ha detto che è andata in discoteca.
    Ma siete stati mai giovani, Genitori?
    Ha semplicemente raccontato che nei tempi morti ha fatto amicizia, non ha detto che è andata al mare.

    È un andazzo che francamente non mi piace proprio per nulla.
    Si ridicolizzano sempre gli sforzi degli altri, i sacrifici degli altri.

    Non scordiamoci che la Matteucci, tanto per dirne una, si allena, o si allenava, all’estero, lontana dalla famiglia, tanto per dirne una.

    Io non lo so se diventerà una professionista, in ogni caso è una che si impegna e fa sacrifici.

    Ma tanto l’ho già detto che è un turno che gira.
    Ci sarà da ridere quando vincerà qualcosa qualcuna delle vostre figlie e dovrete sopportare voi le ironie degli altri.

  24. Nikolik

    Ma quale Donna Avventura, ma senti che discorsi su questo sito, ma senti che discorsi.

    Forse Alessandro dovresti intervenire per far sì che i sacrifici dei giocatori vengano rispettati.

    Ora siamo al punto che non si può dire nemmeno che ci si è trovati bene con gli altri che erano lì a giocare.
    Che dovevano fare, non parlarsi?

  25. bogar67

    Intanto di questo gruppetto non fa parte Camilla Rosatello che invece:

    Mar 18 $10K [Q] $10,000 Antalya-Belconti, Antalya-Belconti(TUR)
    Mar 18 $10K 1/8 $10,000 Antalya-Belconti, Antalya-Belconti(TUR)
    Feb 04 $25K [Q] $25,000 Launceston, Launceston(AUS)
    Jan 28 $25K 1/16 $25,000 Burnie, Burnie(AUS)
    Jan 19 G18 GA 1/32 Australian Open, Melbourne(AUS)

  26. Nikolik

    E allora?
    Se di questo gruppo non fa parte la Rosatello, allora?
    Che vuol dire?
    La Rosatello era stata mandata un mese in Australia, sono scelte di programmazione.
    Che problema c’è?

  27. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Nikolik..

    La Rosatello semplicemente è più sveglia delle altre o lo sono le persone che le stanno vicino.. Prende i soldi e fa un po’ come vuole ed essendo più forte glielo lasciano fare.. 😉

    E poi.. Ma come quando ti sembrava che Monet ti desse ragione dovevamo ascoltarlo ora sbaglia anche lui?? Hahaha

  28. cataflic

    Nikolik,
    1995 ancora a fare g1/2 ???
    Io non l’ho mai vista giocare e quindi, a parte sapere che è uno dei nomi “hot” nel panorama giovanile italiano, non mi posso esprimere, però posso fare raffronti con le coetanee che già
    da almeno 1 anno frequentano intensivamente gli itf….per non parlare delle poche che già si riescono ad affacciare ai wta!

  29. bogar67

    Nikolik
    volevo intendere il post di mad max nr. 31!!
    Non conosco il coach della Rosatello ma se è sempre Dennis Fino, con umiltà è andato ad imparare come si crea una professionista da Max Sartori!

  30. Nikolik

    Oh Cataflic, e allora?
    Le nostre migliori del 1995 sono comunque queste.
    Ce ne sono altre?
    Con queste devi fare.
    Queste devi seguire perché solo queste ci sono.
    Le altre evidentemente non sono state capaci di fare nemmeno questi risultati.

    Madmax,
    Francamente i risultati della Rosatello mi sembrano in linea con quelli delle altre.
    Che sia più forte delle altre lo deve ancora dimostrare, per ora è una che fa fatica anche nei 10.000, esattamente come le altre.

    In ogni caso si impegnano molto tutte quante, se ce la faranno non lo so ma comunque questo gioco al massacro che state portando avanti non mi piace per nulla.
    Guardate le vostre figlie e fatevi i fatti vostri.

  31. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    E continui a sviare hahaha

    Qui a nessuno ma proprio a nessuno interessano e guardano i/le ragazzi/e, non sono loro sotto esame che fanno quello che possono dando sempre tutto…

    No sotto esame chi li gestisce e li indirizza perchè sono loro che un giorno dovranno rispondere di tutto..

  32. cataflic

    Nik
    poichè non ho una figlia da allevare/allenare/difendere/promuovere come altri del blog che sono più interessati ed interessanti di me e non sento sulla mia pelle la fatica i sacrifici e le aspirazioni di altri,
    io faccio solo considerazioni da divanista, cercando di usare più buon senso e moderazione possibile ma volte un minimo di critica bisogna esprimerla, se non altro per non fare le alice in wonderland della situazione.
    Se le ragazze a 17 anni non sono ancora pronte per i 10k, vabbè…..è un peccato, mi dispiace per loro e spero che possano dare un colpo di coda alla carriera…..diciamo che le probabilità però sono pochissime….sperem!

  33. Pietro Pistola

    no, beh, veramente ho acquistato i primi due numeri del magazine di tennisbest per android e i refusi piovevano a catinelle…

    parlo sempre di ortografia, comunque. (basta leggere un articolo di imarisio e uno a caso degli altri: la differenza si vede, eccome.) (e sarà anche vero che l’editoria ormai da tempo ha tagliato i correttori di bozze, ma non credo che la situazione sia sempre giustificabile.)

    sui contenuti non metto bocca, sia chiaro. anche perché in questo caso la soggettività è massima.
    e non volevo assolutamente scatenare polemiche, la mia era solo una considerazione (deformazione professionale, immagino, visto che lavoro con l’italiano da molti anni, ormai).

    condivido l’idea di dare spazio a tennisti, giovani e meno giovani, e, ripeto, sui contenuti non discuto, ma stiamo sempre parlando di una “rivista” online, e credo che aiuti anche loro vedere un articolo pubblicato a loro nome senza errori.

    per i contenuti di questo articolo, da una ragazza così giovane non mi aspettavo né più né meno.
    e il “cazzeggio” di cui parlavo è riferito al fatto di potersene andare in giro con delle amiche, in un ambiente diverso dal solito, in un’età che (luogo comune trito e ritrito, ma vero quant’è vero federer) non tornerà più. per questo non capisco la voglia di buttare, o semplicemente mettere in secondo piano, l’esperienza sociale, di vita, a favore dell’esperienza di gioco (di lavoro, per essere più precisi). la foto delle cinque ragazze pubblicata nell’articolo è un esempio di quanto intendo dire.
    immagino che queste considerazioni vengano fatte anche dagli allenatori (o, almeno, spero).

    e, monet, non ce l’avevo con te quando parlavo di refusi. un commento resta un commento: il refuso può scappare, per carità. poi, certo, una maggiore attenzione in generale non guasterebbe, ma non è di certo la fine del mondo! (come non lo sono i refusi in un articolo, ci mancherebbe, anche se li ritengo a un livello superiore di gravità. tutto qui.)

    leggo questo sito da oltre un anno e secondo me il lavoro svolto è molto buono. e continuerò a leggerlo, sia ben chiaro!

    (non sono dott. e non chiamatemi sig.! pietro pistola è solo il nick, io mi chiamo andrea, piacere :-D)

  34. Leo caperchi

    Ma di cosa stiamo parlando??!!??compito istituzionale di una federazione e’ anche il rinnovamento dei risultati ad alto livello e il rinnovo dei rappresentanti delle squadre nazionali.non si mandano ragazzi a fare esperienza di vita ma a costruirsi un possibile alto livello domani.
    Perche’ stesso age group tecnici diversi in due trasferte?gli altri anni (5-6 anni precedenti) sono state fatte le stesse trasferte o stavolta si ed altre no?ma qual’e’ la strategia?

    I risultati conseguiti sono buoni, ma come vi ha detto Monet che ha gia osservato questi percorsi e linee di tendenza,sarebbero da giudicare abbastanza forzati dall’eta’ in un maschio,figuriamoci nelle bimbe.

  35. Bogart,Rolando è l’allenatore della Pairone,uno dei miei punti di riferimento come metodo di allenamento e programmazione in un discorso che facemmo tre anni fa,se facciamo parlare i risultati come non si può dare ragione a Max e Monet.

  36. Comunque da quì a breve sono sicuro che i punti di riferimento cambieranno,Pistolesi ha deciso di dedicarsi alla formazione con le sue qualità ci metterà poco a cambiare un sistema che per ora ha portato a poco.

  37. Nikolik

    E allora?
    Cioè, per ogni anno di nascita deve uscire sempre un professionista?
    Se nel 1995 non esce nessun professionista, che problema è?
    Tutte le nazioni hanno degli anni in cui saltano, anche la Russia, anche gli Stati Uniti.
    E allora?
    Diventare professionisti non è per tutti, pazienza.
    E allora?
    Queste ora abbiamo e sono queste che dobbiamo seguire.
    Vediamo che risultati faranno le vostre, eh.
    Guardiamo.

  38. Nikolik

    E nessuno ha mai detto che sono state mandate a fare esperienza di vita.
    Sono state mandate a giocare.
    Che sono state mandate a fare esperienza di vita lo avete detto solo voi, fraintendendo le parole di una ragazza.

    Poi nessuno sa Se diventerannodelle professioniste, in ogni caso loro sono le nostre migliori under 18, loro abbiamo e loro devono essere aiutate.
    Se non diventano professioniste, pazienza.

  39. gliangeliindossanod&g

    Ma è possibile che il pensiero di Monet (il post n. 10 ed i successivi sono da incorniciare) e del Marchese venga così travisato?
    Loro (così come coloro, come me, che condividono il loro parere) non stanno in alcun modo attaccando i giocatori italiani citati negli articoli di questi giorni, dicendo (come qualcuno cerca di fare credere) “sono scarsi e ciò è dimostrato dal fatto che giocano tornei scarsi”, ma stanno facendo un discorso del tutto diverso, un discorso generale sul tennis.
    Semplicemente, sulla base della loro esperienza (che spero non vorrete negare), stanno dicendo che, per diventare un vero professionista, si devono privilegiare gli open e soprattutto i futures (ed i corrispondenti femminili = 10.000) ai tornei juniors, fossero anche GA o slam junior. Lasciando ovviamente tutti liberi di fare una programmazione diversa, ma volendo nel contempo dire le cose come stanno.
    Ma a me pare che qui si stia cercando di introdurre ragionamenti capziosi per fare credere che loro stiano attaccando i giocatori in questione, per farli così insultare dai genitori degli stessi o da altri appassionati e non far sviluppare un civile dibattito.
    Io sono con loro (non mi si accusi di piaggeria, qualora dicessero qualcosa su cui non concordo, lo direi subito) e spero che il loro discorso emerga chiaramente (in Italia, come al solito, quando uno indica la Luna tutti guardano il dito).
    @Caperchi = lei, che è un grandissimo allenatore, avendo allenato Fabio Fognini, mi sembra condivere queste giuste considerazioni…

  40. Nikolik

    Ah, allora la teoria è che si devono privilegiare gli open (ho letto bene? Gli Open?) addirittura ai GA o agli Slam juniores?

    Complimenti, nuove grandi teorie per diventare professionisti.

    Quindi è meglio giocare gli Open piuttosto che il Bonfiglio o Wimbkedon juniores, secondo questo ultimo commento n. 43.

    Grandi teorie, bene.
    Ne prendo atto.

    Come ha fatto il tennis ad andare avanti finora senza queste nuove teorie.

    Veramente com basta poco per diventare professionisti.
    Bastava impegnarsi negli open ed era fatta.
    Quanti anni abbiamo perso.
    Ed invece tutti ad accanirsi inutilmente a giocare il Bonfiglio, Wimbedon…

  41. Nikolik

    Ed è veramente inutile chiedere al coach Caperchi di condividere queste vostre assurde teorie, visto che forse dimenticate che Fognini ha vinto i campionati europei under 16, non so se mi spiego.
    Fognini ha svolto un’attività intensissima under 18, ha giocato tutti gli slam juniores, anche questi tornei di cui si sta discutendo, l’Asuncion Bowl, il Banana Bowl, eccetera eccetera, non stava certo a giocare gli open invece che i GA e gli slam juniores.
    Poi, che Fognini fosse molto più forte di queste ragazze, certo, ma è un altro discorso.
    Di certo non preferiva gli open ai GA ed agli slam juniores, ma figuriamoci.

  42. Barbara

    Io credo che molto semplicemente non avendo ricambi per giocare gli slam junior si siano mandate le ragazze a fare una full immersion di tornei junior per tirar su punti.
    Che questo sia l’interesse delle giocatrici non è detto, ma quando si prendono soldi pubblici per interessi privati (ovviamente nell’accezione buona del termine) qualche compromesso bisogna accettarlo e per la federazione i risultati nei tornei in cui si rappresenta l’Italia sono una priorità.
    Se non si è d’accordo ci si tira fuori come hanno fatto altri e si fa da soli, almeno sino a quando i risultati non parleranno per te e mamma fit ti consentirà di scegliere il capezzolo a cui attaccarti 🙂

  43. LIB

    …ma com’e’ che negli USA esce fuori una fenomena di 13 14 15 16 17 18
    19 che attorno ai 18 gia’ fa il botto nei WTA..??? E BATTE TOP 30…in questo momento sono davvero tante e puntano tutte spedite alla top ten… mah.. perche’ non le copiamo pari pari, possibile neanche a copiare sono buoni ??

  44. Gliangeli,tu apri la mente e ti poni a capire,infatti non è così difficile da capire,nessuno accusa nessuno,Max ha solo un modo un po colorito nell’esporre il suo pensiero,per Nikolik invece sono sempre solo pere verdi.

  45. Nikolik

    Gli USA?
    Copiarli?
    Ma se per anni non hanno tirato fuori nemmeno un giocatore o una giocatrice.
    Sono in gravissima crisi da anni e anni.

    Intanto, sono 220 milioni di abitanti, come si fa a copiarli?
    Intanto, la loro federazione paga il loro capitano di Coppa Davis più di un milione di dollari all’anno, tanto per dirne una.
    Intanto, il loro presidente federale guadagna un paio di milioni di dollari all’anno, tanto per dirne un’altra.
    Intanto, hanno un torneo dello slam che fa guadagnare 40 milioni di dollari all’anno che possono rinvestire ogni anno.
    E nonostante tutto questo, incopiabile, per anni e anni non stanno tirando fuori un giocatore o una giocatrice.

    Meglio di no, non copiamoli.

  46. Nikolik

    Eh saranno pere verdi, avete ragione voi.

    Guardate, vi lascio volentieri alle vostre sicurezze, giocate pure gli open e divertitevi, al posto degli slam.
    Mi sembrano ottimi consigli da dare, bravi.

    Vedremo i risultati delle vostre figliole, voi che sapete tutto.
    Son proprio curioso di vedere cosa farete voi con le vostre teorie.
    Si vedrà.

    Passo e chiudo, scrivete quello che vi pare.
    Datevi pure ragione a vicenda, voi sì che siete bravi ed avete capito tutto.

  47. atti

    Nikolik, sto ancora ridendo…sei troppo forte ! ….
    Complimenti, sinceri !
    Hai una certa abilità nel confondere le acque,
    bisogna riconoscerlo…..

    Ad ogni modo ri-sintetizzo la questione,

    Fino ai 14-15 anni se il livello (non la classifica) non è ancora da tornei ITF U18, ANCHE giocare gli Open è un buon banco di verifica (abbinati ovviamente a tornei internazionali via via crescenti).
    Non certo fare SOLO Open (e cmq si parlava soprattutto al femminile…)
    Mix che peraltro, attualmente, fa già la maggior parte dei ragazzi di quell’età…!
    Prova a informarti un po’ meglio…

    Mentre il discorso di Monet è ancora piu’ lampante….
    A 18 anni, se si hanno ambizioni di entrare nelle 100, sarebbe preferibile dare la massima priorità ai tornei 10.000, piuttosto che rincorrere punti e gratificazioni rimanendo a fare ITF U18…
    Un discorso che ho sentito fare tante volte anche ai migliori coach…

    Quindi Nik…
    Si parlava di Open si, ma per le quattordicenni !

    Parlavano di 10.000 si, ma per le diciottenni !

    NON che a 18 anni (e nemmeno a14) debbano fare gli Open piuttosto che il Bonfiglio

    Cio’ detto, volevo sottolineare la cosa piu’ importante….

    Il racconto dell’articolo mi è piaciuto, e trovo che un esperienza del genere hanno fatto benissimo a farla, e sarà un bagaglio di crescita personale, aldilà del tennis, che gli rimarrà per tutta la vita.

  48. Gliangeli,comunque nel blog abbiamo gia discusso sul tuo innominabile,probabilmente le tue perplessità erano le stesse per cui il rapporto di collaborazione con Piatti non è andato a buon fine,ognuno aveva la sua idea,ma sono sicuro che tutti indistintamente dal propio pensiero pro o contro,facevano fanno e faranno il tifo per lui.

  49. gliangeliindossanod&g

    @Nikolik
    No, io dico che gli open vanno privilegiati ai tornei itf di basso livello (perchè, come ha ben spiegato il Marchese, ormai negli open si incontra gente con ottima classifica e non solamente amatori deboli che non farebbero progredire le giovani promesse).
    Mentre sono i futures che vanno preferiti ai GA ed ai G1. Il modello spagnolo, che segue questa teoria, non a caso domina il tennis….
    Ho citato Caperchi perchè il grande Fogna sin da giovane si è dedicato ai futures e li ha vinti in giovane età, non ha certo atteso di avere 20 anni per vincerli…
    Se Caperchi però mi dicesse che chi vuole diventare un pro deve trascurare i futures per fare invece i tornei juniors (slam o G1 che siano),io, per una volta, non sarei d’accordo con lui…
    Poi è ovvio, che una tantum si possano fare degli slam junior (ed il Marchese ha ricordato che con classifica atp/wta si può partecipare a questi tornei), ma la programmazione, a mio avviso (che non pretendo certo l’infallibilità, essendo un semplice appassionato), dovrebbe essere incentrata sui futures…
    Ovvio che parlo di chi vuole diventare molto forte, non di chi si accontenterebbe di avere una qualsiasi classifica atp…

  50. Nikolik sei solo tu che vuole avere ragione in assoluto,ognuno fa quello che crede sia giusto per se,poi valuta i vari percorsi e dove fino ad ora hanno portato e si posiziona su quello che è giusto per se,cerca di discuterne per ampliare le propie conoscenze in buona fede,tu invece quando non sai che pesi pigliare,come hanno ben capito tutti parli di pere verdi.

  51. Nikolik

    No, non è vero, Atti, mi dispiace, non è così, leggi bene.

    Nel commento n. 43 c’è scritto espressamente che la grande teoria di Minet E Madmax sarebbe che “Semplicemente, sulla base della loro esperienza (che spero non vorrete negare), stanno dicendo che, per diventare un vero professionista, si devono privilegiare gli open e soprattutto i futures (ed i corrispondenti femminili = 10.000) ai tornei juniors, fossero anche GA o slam junior”.

    Non è quindi come dici tu, tu hai sempre questo modo di ridicolizzare quello che dico io, dicendo che io mi invento, invece non invento nulla, leggo quello che c’è scritto e basta.

    Qua non si sostiene per nulla quello che dici tu, si dice che la teoria per il professionismo è fare gli open anziché gli slam ed i GA.

    Mi dispiace per te, Atti, sei tu che confondi le acque, mi dispiace che un interlocutore attento come te non abbia letto bene.

    Ma prego, fate come vi pare, non mi interessa.
    Sono privo di interessi.
    Solo un tifoso, sono.
    Guarderò da tifoso con attenzione ai Risultati delle vostre figliole.
    Guardiamo dove porteranno le vostre polemiche e le vostre brillanti teorie.
    Nello sport competitivo che vi siete scelti solo i risultati contano.
    Per lungo tempo non potrete nascondervi ancora.
    Vedremo, voi che siete così bravi, cosa riuscirete a fare tutti quanti.

  52. gliangeliindossanod&g

    @nicoxia
    No, le mie perplessità erano ben altre (alcune solo mie, altre mutuate dalle considerazioni di un addetto ai lavori che l’aveva visionato lo scorso anno).
    Ne parlerò solo quando vi sarà uno specifico articolo e vedrò che vi parlano degli esperti tipo il Marchese ed altri coach, perchè altrimenti tutto ciò che otterrei è avere pochi post di risposta provenienti dai suoi ultras (alcuni mi pare che scrivano anche qua) che mi insulterebbero (da quel momento in poi, infatti, posterò con il mio vero nick).

  53. gliangeliindossanod&g

    No Nikolik, devi leggere il mio post n.54, l’altro era solo una sintesi, ma con il nuovo post spero che si siano chiariti gli equivoci.
    Poi, se Caperchi vorrà criticare qualcuno, quello dovrò essere io che sono solo un appassionato, non certo Monet e il Marchese che sono degli esperti…

  54. Nikolik

    Ma ho letto bene, non ti preoccupare.
    Certo, è meglio fare un 10.000 nella stessa settimana degli US Open juniores e nella stessa settimana di Wimbledon juniores.
    È lo stesso, ho capito benissimo.

    Son pere verdi le mie.

  55. Nikolik non ti ricordi nemmeno quello che scrivi,tu avevi citato monet che aveva criticato Max perchè non era daccordo sugli open,adesso li accomuni parli di pere verdi anche quando parli con te stesso pur di avere ragione.

  56. Nikolik,sii sincero con te stesso e ne seguirà come la notte al giorno che non potrai essere falso verso nessuno,disse Polonio al figlio nell’Amleto.

  57. gliangeliindossanod&g

    @Nikolik
    ma hai letto anche la parte in cui, pur ribadendo che la preparazione va incentrata sui futures, ricordo anche che con classifica atp/wta si può partecipare agli slam junior e dico che si può benissimo farne?

  58. Gliangeli,non può dvrebbe aprire la mente ed accorgersi di non avere ragione,tattica non scrive per un po poi ritorna ancora pere verdi.

  59. Misterx

    Scontato il grande talento di Fogniniin parte ancora inespresso.
    Se monet non avesse avuto la disponibilità economica e avesse dovuto sottostare ai programmi fit come avrebbe svolto la sua programmazione , giovanile.Avrebbe perso del tempo e non sarebbe arrivato dove è ora?? Chi pagava Caperchi !!!
    Raccontate la Storia così Genitori e Figli si fanno un idea precisa di come funziona grz

  60. biglebowski

    tutti o quasi gli junior del mondo alternano tornei junior a tornei open ed entrambe le esperienze sono formative in modo diverso ma complementare.
    lo stesso regolamento, imponendo una limitazione al numero dei tornei open cui partecipare a secondo delle fascie di età, obbliga sostanzialmente a questo tipo di scelta, peraltro ragionevole.

  61. andrew again

    cheppalle!!

    inutile girarci sempre intorno. Binaghi l’ha detto chiaramente anche in televisione: alla federazione non interessa un bel niente il mondo professionistico, in quanto non lo gestisce, se non in minima parte. Si può quasi dire che non collabori alla creazione di professionisti a bell’apposta.

    Alla federazione interessano, oltre ai circoli affiliati e soci paganti, le competizioni che gestisce, ossia tornei giovanili e Coppa Davis (e quindi campionati a squadre a go-go). Tra le altre, si è scoperto che i giocatori per la Coppa Davis, essendo una manifestazione ancora prestigiosa, si possono sempre trovare anche se non direttamente “creati” dalla federazione, quindi quasi a costo zero.

    Quindi, non rompete se la FIT organizza queste gite di fine anno. Mi sembra il minimo.

  62. Monet

    Misterx a quei tempi il resposabile delle aria tecnica era Piatti,vedi un conto era andare con un maestrino alle prime armi e un altro presentarsi con Caperchi,a quei raduni.la differenza era sostanzialemnte una: C aperchi arrivava a questi raduni con una programmazione a 360° su il suo giocatore,tanto da essere preso in considerazione ancora oggi nella organizzazione e nella crescita di un ragazzo……sembra poi che mi debba far colpa se ho avuto la fortuna di poter aiutare mio figlio economicamente,e non rinnego sia chiaro gli aiuti della Fit a quei tempi,aiuti che ancora oggi sto o sta finendo di ….pagare!!!

  63. alice

    Allora innanzi tutto io sarei l’alice interessata che ha risposto alle domande nell’articolo. Vorrei specificare che i vostri commenti sulle presunte programmazioni sono pareri soggettivi , perchè se nel mio percorso la federazione come anche i miei allenatori mi hanno indiririzzato in questa strada , non vedo il problema. Infatti giocare quest’anno il roland garros, wimbledon e us open tabelone principale e sperando testa di serie,è un ‘esperienza di gran lunga molto piu interessante che fare dei 10.000 in italia. Anche perchè forse voi non saprete che il livello di gradi 1 e slams è nettamente più alta rispetto a qualsivoglia 10.000, come lo dimostra la presenza di ragazze 200 , 300 wta. Poi credo che , come avete anche citato voi come esempio, la mia amica e collega camilla rosatello, buttarsi direttamente nel mondo wta senza aver prima fatto bene e farsi valere nell ‘attività junior , è come saltare un passo dell’apprendimento, anche perchè per 5 mesi in più di 10.000 non cambia granchè della propria carriera tennistica, quanto inve lo cambia giocare esperienze fastanstiche come gli slams. Pertanto apprezzo il commento di barbara che forse ha capito anche che bisogna seguire delle direttive federali e che non si può fare di testa propria. In più non capisco l’acidità messa in questi commenti di cattivo gusto solo perchè una ragazza ha scelto di far valere il proprio potenziale negli slams significa che sia debole o non pronta per i 10.000? o che non ci siano speranze dall’annata 95? forse non iniziare la wta è semplicemente una SCELTA… e comunque ho semplicemento espresso il mio parere su una trasferta che , ripeto , mi ha fatto crescere su tutti i campi, in cui non c’è stato nessun genere di cazzeggio !lo possono dimostrare i risultati.

  64. Monet

    cara Alice ,che tu non veda il problema è vero,sono solo fatti tuoi,ma dal momento che si inserisce un articolo e lo si vuole discutere allora il problema esiste.alla fine fai bene a fare quello che di più ti aggrada,ma essere pubblicati a volte ci si espone a qualche critica che non può piacere.il problema è solo quello di criticare senza offendere,lungi da me quest’ultima considerazione,se avessi saputo che avrei suscitato tutte queste reazioni ,me ne sarei guardato di mettere un mio giudizio,giudizio che ho fatto per afrti rendere conto che forse,dico forse ,qualcosa sulla tua programmazione sia tu che il tuo maestro dovrebbe fare.che poi la tua sia stata una esperienza positiva,ci mancherebbe,chi non vorrebbe andare alla tua età 1 mese in canada a giocare e a passare giorni spensierati.l’unico problema su cui continuo aavere dei dubbi è che se sia giusto a 18 anni continuare a fare questo tipo di tornei….tutto qui!!

  65. Non vedo cosa ci sia di acido nel commento di Monet,ognuno da la sua opinione i lettori faranno le propie valutazioni,non si può sapere ciò che non si conosce.

  66. nicole9

    Le critiche vanno accettate anche quando non sono piacevoli. Ma prima di criticare, noi tutti dovremmo metterci nei panni di una ragazza che comunque fa sacrifici, vive lontana dalla famiglia, fa un doppio lavoro tra scuola e tennis. Credo che Alice stia trovando la sua strada e come tutte le italiane che sono tutte un pò in ritardo rispetto alle straniere, arriverà a farsi valere nel migliore dei modi. Alice non prendertela per i commenti che definisci un pò acidi, vai avanti così!

  67. Leo caperchi

    Rimettiamo ordine stiam mischiando troppe cose,monet ha solo detto che quella programmazione va fatta prima.la differenza e’ notevole nelle linee di tendenza di livello futuro del giocatore.le scelte sono corrette ma erano da fare un paio di anni prima per giudicarle di prospettiva elevata.

  68. Il Marchese Del Grillo alias Madmax

    D’altronde Monet cosa ne sa eh… Mica ci è mai passato per saperlo… 🙂

    NIkolik..

    Non è difficile volendo farlo capire…

    Quache anno fa qui dal blog e quindi direttamente dal campo partì più di un consiglio sulle cose che la federazione avrebbe potuto fare per migliorare le cose..

    Alcune non le fece proprio mentre altre le fatte ahimè mettendoci del suo (come ad esempio ha fatto la classificazione delle scuole ad esempio è l’esempio più grande di come poco si capisca…)

    Uno degli input fu il creare un circuito di livello per evitatare trasferte lunghe e costose..

    Nacquero i tornei di Macroarea…

    Dopo tre anni è chiaro a tutti che i migliori li giocano solo da under 10 e qualche volta da under 12..

    E’ evidente quindi che è rimasto un buco nell’aiuto a contenere le spese e questo accade per i migliori dall’under 14 in poi..

    Perciò la federazione dovrebbe stimolare (più o meno come ha fatto per i tornei di pre-quali per Roma) la nascita di un circuito o una serie di Open di alto livello a livello nazionale…

    Questo anche per dare un indirizzo (e loro in questo sono dei top) a chi non ha idea..

    Infatti ora come ora (e questo lo dimostra la ricerca dei vari gr 4 e 5) si mandano all’estero e si buttano soldi per gente che vale molto poco…

    In buona sostanza all’estero ci vada chi vince in Italia… E’ un po’ come se in Champion ci andasse il Pescara perchè domani l’acquista Maktoum.. No prima arriva nei tre in Italia e poi ci va…

    Tra l’altro questa dovrebbe una strada che si dovrebbe intraprendere anche a livello internazionale per gli under: Circuito nazionale, i migliori quattro vanno al circuito europeo e i migliori otto europei al circuito mondiale…

    Stessa cosa per gli altri continenti.. Poi ovviamente si può studiare che magari il circuito europeo essendo più qualitativo potrà mandare i migliori 12 e quello africano i migliori 4…

    Ovviamente dal circuito europeo in poi tutto a spese delle federazioni…

    Questo tutti gli anni così se uno è indietro ma migliora potrà rifarsi l’anno dopo…

  69. Il Marchese Del Grillo alias Madmax

    E rileggiti Max qualche volta prima di postare!! hahaha tre sempio in mezza frase hahah

  70. gliangeliindossanod&g

    Non è si è capito che, con i vari commenti di Monet, Marchese, ecc. non si vuole fare una critica a questo o a quel giocatore e dire che sia scarso (nessuno, me compreso, si è permesso di farlo), ma solo fare un discorso generale sulla programmazione e stimolare un civile dibattito, come spiega il post 69 di Monet (al quale dico che, se qualcuno, non so a chi lui si riferisca nel post 67, lo critica per aver aiutato economicamente suo figlio, quel qualcuno evidentemente sarà invidioso dei grandi risultati di Fogna!).
    @nicoxia = ok… (ma il tuo nick è così per le questioni di Cipro)?
    @il pesce boccalone = pare proprio che qui abbiamo un ultras di quel giocatore… Ma mi sa che in questo sito non potrai limitarti a deridere ed insultare gli altri e chiedere che la maggioranza ti venga dietro… (negare l’esperienza del Marchese, di Monet e di Caperchi mi pare veramente assurdo, poi ognugno si regoli come ritiene…).

  71. Il Marchese Del Grillo alias Madmax

    gliangeli..

    Beh a livello tennistico io ne ho molta meno di esperienza rispetto ai sopracitati..

    Che poi io possa pensare che la mia valga uguale o addirittura di più è un altro discorso ma quello è un mio pensiero…

    Eventualmete lo potremo dire da un po’ per ora ho solo preso una di 8 anni e da 4.3 in quattro anni l’ho portata 2.6.. Onestamente oltre a non valere nulla è moltovfacile..

    A oggi molto più valore ha l’educazione che insieme a mia moglie sono riusciti a darle, la cultura del lavoro sia a scuola e sul campo… per il resto come dice Nikolik vedremo cosa saprò fare.. 🙂

  72. Carlone nico-las carlone Ale-xia,gliangeli quì è un’altra cosa noi vogliamo bene anche a Nikolik ci divertiamo a stuzzicarci.

  73. Nikolik

    Oh gliangeliindossanod&g,

    Tu puoi pensarla come ti pare, ma non dire che non si vuole fare una critica a questo o a quel giocatore e non dire che non state dando dello scarso a nessuno perché non è per nulla vero.

    Perché quando Madmax scrive, e copio letteralmente quello che scrive “Infatti ora come ora (e questo lo dimostra la ricerca dei vari gr 4 e 5) si mandano all’estero e si buttano soldi per gente che vale molto poco…” ecco, lui dice si buttano via soldi per gente che vale molto poco, tu come la capisci questa frase?
    Dimmi tu come la capisci.
    Io la capisco per come è scritta e siccome nell’altro articolo di parlava proprio di gente che giocava i G4 in Svezia, io capisco che si riferisce a loro.
    Sennò a chi?
    Sono stati mandati dei ragazzi e delle ragazze a giocare dei G4 in Svezia, immagino che si riferisca a loro.
    Altrimenti spieghi, con nomi e cognomi, a chi si riferisce.
    Chi sono questi giocatori che vengono mandati all’estero a fare G4 e G5 e che valgono molto poco?

    Lui parla di gente che vale molto poco che viene mandata all’estero a fare i G4 e i G5.
    Per carità , legittimo che lo pensi, fa bene a dirlo se lo pensa, ma non continuate con questa solfa che voi non vi siete mai permessi di dire che questo o quel giocatore sia scarso, perché non è vero.
    Vi permettete eccome.
    Si capisce benissimo.

  74. Nikolik

    Anche perché a me risulta invece che questi che vengono mandati a fare i G4 all’estero siano comunque i migliori italiani della loro categoria di età.

    Perché, chi può smentire che la Hofer, la Torelli, la Simonelli, la Brancato, ecc. Ecc., siano tra le migliori d’Italia?

    Chi si dovrebbe mandare al loro posto?
    Ce ne sono di migliori di loro che vengono escluse dal giro?
    E chi sarebbero?

  75. Monet

    @nikolik. eddai avvocato non stiamo a prenderci per il culo quando tu dall’altra parte (tennisteen) tiri giornalemnte i coiones ai coach e all’entourage di quinzi sulla sua programmazione juniores troppo….intensa.un conto è che a farla sia lui,(meglio vincere uno slam under 18 che fare quarti in un challenger in culo al mondo) ,un conto è non avere rankink junior e nemmeno wta e astinarsi a 18 anni a giocare i gruppi 1 o 2….alla fine sei tu quello che dice riferendosi al ragazzino: ” speriamo solo che gli argentini ci vedano…lungo”

  76. gliangeliindossanod&g

    @il Marchese = concordo con il tuo post n.77!

    @Nikolik = a me non pare che il Marchese (ti riferisci a lui vero?) abbia voluto denigrare i giocatori. La frase che citi tu può essere benissimo una frase con un valore generale e non particolare oppure un refuso. (Lo penso, oltre che per il tenore generale dei suoi post, anche per questo esempio = leggi il suo post n.87 in “ITF Under 18: Torelli regina a Kramfors”: a me pare che da esso possa evincersi che lui considera forti quelle giocatrici Hofer e Torelli. Mi sbaglio, Marchese?). Poi, ovviamente, se Tu hai un’opinione diversa è legittimo che tu l’abbia….

    @Monet, post 82 = è chiaro che vincere uno slam junior dal punto di vista degli sponsor, della fama, ecc. vale molto di più che vincere un challenger. Però, secondo la mia umile opinione, per un under 18 arrivare ai quarti di un challenger potrebbe anche voler dire essere più forti di uno che vince lo slam junior (ovvimente, se per arrivarci ha battuto giocatori da challenger e non solo WC locali deboli). Anche questa non vuole essere una critica al tuo commento, ma stimolare il dibattito…

  77. Il Marchese Del Grillo alias Madmax

    No ma ragazzi tranquilli questa è la loro strategia.. spostare l’attenzione su altro 🙂

    Nikolik guarda che sono andate solo quelle che sono arrivate in fondo…

    E quello che scrivo sono fatti non idee come sono fatti che a Tirrenia c’è gente inguardabile a cui vengono dati tre volte i contributi di chi ha vinto tre titoli italiani che gioca moolto meglio, che ovviamente non ci ha mai vinto nemmeno un set (sempre che sia mai riuscito a giocarci contro) e che arriverà moolto più lontano…

    Io non so se i fatti siano o meno denigranti, ma a differenza delle mie parole che stravolgendole le puoi leggere in modo diverso sono incontrovertibili..

  78. gliangeliindossanod&g

    sempre @Monet post 82. Ah si, Nikolik dice così? C’è anche un coach che se ne intende che ha criticato gli “argentini” (ma per motivi diversi). Ma ne parlerò solo su un articolo specifico non voglio andare fuori topic. Qui è opportuno parlare di programmazione….

  79. Il Marchese Del Grillo alias Madmax

    Le chiacchiere le porta via il vento.. Gli Slams junior li giochi per gli sponsor (e quindi li giocano tutti) e li puoi giocare anche grazie alla classifica atp/wta..

    I gr 4 e 5 li giochi quando non hai il livello per giocare 10k..

    Tutto il resto è noia.. di Nikolik

  80. Il Marchese Del Grillo alias Madmax

    gliangeli..

    Il problema non sono gli argenitini gli italiani o i cach in genere..

    Di loro ce ne sono bravi di tutte le nazionalità come di tutte le nazionalità ci sono quelli scarsi…

    Il guaio è quando non sono loro ad andare in campo.. e mi vien da dire nemmeno a prendere le decisioni..

    E chi le prende?

    Paperino e Qui Quo Qua.. Almeno lo facesse Gastone che chi sa mai che con la fortuna che si ritrova anche per sbaglio.. No questi nemmeno per sbaglio..

  81. Leo caperchi

    Gli slam junior sono anche una grandissima esperienza per i giovani e settimane uniche di miglioramento e di accendere l’idea di tornare a giocare quei tornei cosi belli da professionisti.

    Vi ripeto che la critica di monet sulla programmazione era che bisognerebbe arrivarci prima per avere una buona indicazione di forza futura.per le bimbe un paio di anni.

  82. Leo caperchi

    Marchese infatti io ho posto un paio di domande precise sulla strategia….ma non sono state commentate da nessuno…

  83. Il Marchese Del Grillo alias Madmax

    Ma tutto nella vita è una bella esperienza, anche andare con la Arcuri è una figata.. Non è che però se uno non ci va gli cambia la vita…

    Girare il mondo è una grandissima esperienza ma il mondo è pieno di gente ora milionaria che al massimo da ragazzo ha girato con l’autobus… e il mondo l’ha girato dopo con l’aereo suo…

    Svegliaaaa…. e non diamo messaggi del cazzo che qui sennò sembra che se non hai l’Iphne sei uno sfigato se non fai tutti under 18 del mondo non diventi forte, ma oh ma avete mai vissuto fuori dal tennis o si parla solo stando nella bolla???

  84. Il Marchese Del Grillo alias Madmax

    Se per strategia si intende programmazione.. beh altra grande stronzata è quella di deciderla prima soprattutto quando i ragazzi sono molto giovani.. In quel caso devi essere pronto a cambiarla in corsa a seconda del lavoro chje stai portando avanti, dei miglioramenti e degli stati d’animo, quiindi anche un po’ dai risultati precedenti…

  85. gliangeliindossanod&g

    @il Marchese = il mio discorso sugli “argentini” è diverso dalla programmazione, ne parlerò quando ci sarà un articolo specifico.
    Però non capisco una cosa del tuo post n.87. Quel tuo discorso lo capisco e concordo, ma in generale. Invece, per quel che riguarda Quinzi, non vorrai dire che le decisioni non le prendono i coach argentini ma altri?? (e chi sareberro questi altri, la Federazione??, i genitori?? Per il caso particolare di Quinzi io non penso proprio che sia così, poi è una mia impressione e posso sbagliare….).

    @Caperchi anche io non ho visto le sue domande (se ci sono, me ne scuso). Però, se sono di tecnica, io sono solo un appassionato e non posso interloquire con lei, al massimo possono farlo Monet e il Marchese…

  86. Leo caperchi

    Ho chiesto perche’ allenatori diversi sulle trasferte australia e sudamerica e perche gli altri anni non sono andati ?insooma quali strategie…

  87. Leo caperchi

    Angeli per il livello e il parlare non preoccuparti …in italia parla veramente chiunque…:) possiamo farlo anche noi

  88. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Ma Leo sai benissimo che lì non esistono strategie… E non potrebbe essere altrimenti visti gli stipendi.. 🙂

    Li va chi c’è che in quel momento non ha altro da fare, chi non ha i figli da seguire etc etc..

    Tempo fa lo scrissi uno parlando della follia che si fa andando a Tirrenia..

    Tu un anno ti alleni con uno, ti trovi bene e magari l’anno dopo non è più lì o perchè ha trovato altro o perchè è antipatico a qualcuno….

    E noi sappiamo quanto sia fondamentale la continuità, perciò è perfino inutile domandarselo…

    Tra l’altro Tirrenia che dovrebbe essere l’elite a livello di giocatori e maestri si sta riempendo come un pollaio, immaginiamoci quindi che personalizzazione può esserci…

  89. Nikolik

    Evidentemente, Madmax, chi ha deciso di andare a Tirrenia è perché, valutate bene le cose, l’offerta, tecnica e non, che gli viene data là è comunque superiore rispetto a quella che aveva a casa propria.

    Il fatto che tu abbia fatto bene a non andarci non vuol dire invece che per tutti sia uno sbaglio andare là.
    Dipende dalla situazione personale di ognuno.

  90. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    L’unica cosa che possono aver fatto, sono i conti… non credendo di poter arrivare….

    Perchè come tu ben saprai per andare a Tirrenia (ma anche solo per ricevere dei contributi) devi firmare un contratto..

    Tu l’hai mai letto l’ultimo?? Se non l’hai letto evita di scrivere sciocchezze, se al contrario l’hai fatto e hai anche il coraggio di parlare vaffanculoooooooooooo!!!

  91. atti

    ma infatti Nik e Max,
    alla fin fine ognuno fa e farà sempre quello che di volta in volta ritiene piu’ giusto…

    Ora tu Nik che dici di essere piu’ bravo di noi con le statistiche, facciamo un sondaggio…invece di continuare polemicamente a parlare di aria fritta…

    Prendiamo gli ultimi 2 anni, 2011 e 2012 e paragoniamoli anche solo alle annate 2007-2008-2009-2010…

    Mediamente i risultati degli italiani a livello tornei internazionali Junior e Pro, secondo te, sono migliorati e incrementati come numeri ? secondo me si.

    Questo potrebbe essere un punto di partenza.

    Poi si potrebbe anche verificare se la federazione ha e quanto ha maggiormente investito in termini economici.
    Anche questo è un dato oggettivo e non soggettivo….
    Se con la crisi in corso sono aumentati gli investimenti a favore dei ragazzi e del settore tecnico, anche quà c’è poco da aggiungere…

    Poi si potrebbe capire se sia tato raggiunto il breakeven, cioè se la ricettività di Tirrenia e/o dei CP sia adeguata e/o se ci sia un sovraffollamento…

    E molto altro si potrebbe argomentare…volendo….

    Perchè se no, a parte che non riesco a starvi dietro con tutti post che scrivete ( 🙂 ), ma alla fin fine il giochetto non porta a nulla se non si da anche qualche numero a supporto…..

  92. Nikolik

    Ti ripeto che, evidentemente, le condizioni proposte, di ogni tipo, erano, per loro, non per te, migliori di quelle precedenti.
    Altrimenti non avrebbero accettato.

    Non puoi misurarti solo per te.
    A te non sta bene, ad altri, che si trovano in altre condizioni, evidentemente è andata bene così.

  93. gliangeliindossanod&g

    @Caperchi
    no, per carità, sulla programmazione, sui risultati e sulla necessità di una appropriata e professionale p.f. sin da piccoli (che sono tutte cose obiettive), posso dire la mia, invece sulla tecnica non voglio metter becco, il fatto che ne parli chiunque non autorizza me a spargere ulteriore confusione dando pareri tecnici che non mi competono (al massimo ve li chiederò).
    Quando vi sarà un articolo su Quinzi chiederò a Voi esperti un parere sulle critiche (tecniche) espresse da un coach del vostro livello e su qualche mio dubbio… Adesso ripeto che non voglio andare fuori tema perchè questo articolo non solo non parla di Quinzi, ma poi parla di programmazione e non di tecnica…

  94. Nikolik

    Atti, per quanto riguarda i numeri, devi sapere che, in una delle ultime trasmissioni radiofoniche del nostro amico Alessandro, Tropiano ha detto che, se voleva, era disponibile a portare questi numeri ed a diffonderli, dimostrando quanti soldi ogni anno vengono investiti.

    Che ti devo dire, si vede che non interessa a nessuno la cosa, perché nessuno lo ha richiamato.

    Del resto, nella stessa trasmissione io avevo invitato Tropiano a diffondere tutto ciò che fa la
    Federazione, proprio per sbugiardare voi Genitori.
    Si vede che a nessuno interessa, però.

    Francamente, Atti, il fatto che una decina di nostri ragazzi fossero in Svezia, tra maschi e femmine, ed almeno 5-6 in Sudamerica, contemporaneamente, a me sembrava un progresso.

    Ma a voi Genitori vedo che non va ancora bene.
    Si deve investire negli open (!), dite ora.
    Ti immagini che cosa sarebbe successo se veramente si fosse investito in un circuito di open italiani, chiudendo così la partecipazione ai tornei Esteri?
    Ti immagini cosa avreste detto?
    Scelte provinciali, autarchiche, gli altri viaggiano noi facciamo gli open…
    Mi sembra di sentirvi!

    Non vi va bene mai nulla, Atti, questa è la verità.

    Ma fate un po’ come vi pare, voi Genitori…
    Ripeto.
    Voglio proprio vedere cosa combinerete voi, visto che la Federazione sbaglia sempre.
    Ora neanche i tornei internazionali vanno bene.
    Gli Open si dovrebbero organizzare.
    Ma per favore…
    Guarderemo i vostri risultati, eh, visto che sapete tutto voi.

  95. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Atti, ma quali numeri..

    Quello che contano sono i giocatori buoni, stop…. come sono usciti e come vengono aiutati..

    Se tu dai 10 mila euro a testa per una programmazione per cui ne servirebbero 40 mila perchè gli altri trenta li devi buttare nel cesso dandoli al giocatore del tal circolo cosa vuoi che mi importi se prima ne davano cinque o li davano alla metà dei giocatori??

    Cosa vuoi che mi interessi se oggi vinciamo più under 14-16-18 visto e considerato che si sono moltiplicati..

    Tra l’altro accade che i nostri anche quelli buoni o non vincono i tornei importanti o li vincono quando i pari età giocano già nei pro o ancor peggio quando li vincono poi non riescono a sfondare nei pro…

    L’unica cosa che conta è i percorso perchè è con quello che si creano giocatori e l’Italtennis ha dimostrato negli ultimi quarant’anni di non averne creato uno valido…

    Il resto è tutta perdita di tempo che serve a poter dare uno stipendio a uno o all’altro…

    Nikolik

    Chiudere ai tornei Internazionali??? hahaha ma te sei da manicomio hahaha

  96. Nikolik

    Eh, certo, se per giocare i tornei internazionali devo prima vincere gli open, classificarmi tra i primi tre nel circuito nazionale, come proponi tu nel commento n. 74, cosa che proponi di fare addirittura ogni anno, tu così facendo chiudi la partecipazione ai tornei internazionali pagati dalla Federazione, la consenti solo a chi, a questo punto obbligatoriamente, gioca i tornei open del circuito nazionale.
    Obbligatoriamente se vuoi accedere ai contributi federali, ovviamente.

    Si arriverebbe al paradosso che i ricchi se ne fregano e tutti gli altri per accedere ai tornei internazionali dovrebbero sbattersi in questi open in giro per l’Italia, a pena di non riuscire mai ad avere ha classifica internazionale degna di accedere ai tornei che contano.

    A nulla servirebbe essere indiscutibilmente il numero 1 d’Italia del tuo anno d’età: macché, mettiti lì a giocare gli open, fin dai primi turni, in tutta Italia,

    Una grande idea di riforma, non c’è che dire.

  97. Stefano Grazia

    Mad Max infuria
    Il Doc non ce manca
    Sul Blog sventola Bandiera Bianca

    Buongiorno a tutti…un caro amico mi ha fatto notare che la mia assenza prolungata dal Blog potrebbe essere interpretata come quella di chi, a causa dei mancati risultati del figlio, ha paura di scrivere per non farsi spernacchiare… In realta’ io non la vedo cosi’: come gli spiegavo in privato, mi piacerebbe invece pensare che la vera e unica ragione del mio ritiro dal palcoscenico (perche’ il Blog, come ricordava giustamente il Blog,o almeno la Porzione TG&F, e’ in realta’ ormai una Soap Opera perche’ l’attenzione si e’ ormai spostata piu’ sui Genitori che sui Figli), la vera ragione, dicevo, e’ che mentre prima come qualcuno ricordera’ scrivevo a scopo catartico e per condividere, adesso il NON SCRIVERE non deriva dal fatto di essersi prima tanto esposti per cui adesso avrei paura di non avere il credito che invece ha, e aggiungo meritatamente, Max (da me un tempo affettuosamente soprannominato mad e poi, meno affettuosamente, anche Il Principe Buzzurro o Old Faithful come il Geyser di Yellowstone …) Non deriva,dicevo, DAL MANCATO CONSEGUIMENTO DI TITOLI E ALLORI ma semplicemente dal suo estraneamento dal mondo del tennis e dell’agonismo individuale che mi ha francamente fatto perdere anche un po’dell’interesse per il tennis in se’…difficile che mi veda un match intero in tv, di indian wells non ho visto un piffero, degli australian open poco piu’… da un mese non gioco… e adesso al mattino e alla pausa pranzo vado a nuotare o a correre piuttosto che farmi colpire dalla pallina…questione anche di eta’, e ricordatevi che se non avete tratto vantaggio dalla Teoria della Mielina (che per primo, anche li’!, esposi quando ancora stavamo sul BraccoUbaldo Show traducendo un articolo sul NYT segnalatomi dall’arbitro internazionale Angelica Nonmiricordo piu’ilcognome ) cominciando a giocare in eta’ precoce, dopo i 50 sul campo da tennis ogni anno conta per 5 … Restando un attimo sulla Mielina, ha ragione Max ma direi che la cosa piu’ importante di quell’articolo era il concetto secondo cui un giocatore di tennis tutto quello che impara da un punto di vista tecnico e neuro-muscolare lo deve imparare prima dei 12-14 … dopo si tratta di fare soprattutto altre cose: fisico, mental, tattica…E certo, c’e’ sempre spazio per imparare ma in soldoni, quel che sei lo sei gia’ prima dei 14…
    E quindi quello che potrei aggiungere io alla vostra discussione, che mi pare comunque come tutte le nostre discussioni un cane che si morde la coda, e’ che alla fine c’e’ un Traguardo e per arrivarci ci sono DUE strade, una asfaltata e una polverosa, bianca, in terra battuta … C’e’ chi dice che quella asfaltata sia quella degli Open vicino a casa, c’e’ chi dice che sia quella dei G4 e G5, io francamente non lo so ma una cosa la so, ed e’ che se non hai un motore dentro l’auto o la benzina, al traguardo non ci arrivi…(o vecchia teoria del purosangue e mulo…per quanto la nostra simpatia possa andare all’umile mulo che si fa il culo, per vincere un gran Prix devi avere un Purosangue…)

    In pratica, quello che non mi e’ chiaro e’: se Mad Max e’ l’unico a fare la cosa giusta e tutti gli altri sbagliano (e non e’ detto che non sia cosi’), ma statti zitto, e ringrazia il cielo perche’ alla fine ne rimarra’ uno solo (su 500) … io che sono notoriamente meschino e rosicone farei cosi’: ma guarda quelli, stanno sbagliando tutto, speriamo che continuino cosi’, cosi’ mio figlia/mia figlia invece andra’ avanti e siccome il tennis e’ uno sport individuale, mors tua vita mea… capisco la nobilta’ d’animo e la volonta’ di fare proseliti, ma qui secondo me ha ragione Nikolik…Che ognuno faccia un po’ come gli pare, e poi vediamo…Ohi, state parlando di under 16, mica piu’ di under 10 e 12… adesso, ognuno per se e dio (visto che la Federazione non puo’) per tutti …

    ah, e la Programmazione di GQ la fa suo Padre, o perlomeno ha di sicuro l’ultima parola in merito …

    … tutto il resto e’ letteratura

    Firmato (a scanso di equivoci con Angelheart :): l’ex curatore della Rubrica dell'(in)Esperto (e di Saghe Mentali)
    … che adesso se ne torna in letargo, non prima pero’ di aver riconosciuto un merito al mio grande contraltare: quello del post in cui parlava del suo merito maggiore, quello di aver creato una ottima candidata per il college negli us avendole inculcato soprattutto educazione e cultura del lavoro …
    Peccato che ci divida un abissio culturale (della serie che io preferisco Nathalie Merchant e The Wire e lui Scialpi e i Cinepugnettoni) e che il suo modo di comunicare a volte mi lasci tuttora perplesso,ma e’ indubbio che abbia fatto, col suo cavallino purosangue o meno, un ottimo lavoro.
    Ah, gia’ che ci sono: Sulla Registrazione: secondo me non cambia nulla ma qui si e’ quasi fatta passare l’impressione che uno debba registrarsi per permettere a Max di farsi dare l’indirizzo da Ale per poterlo poi aspettare sotto casa con una mazza da baseball…Perche’ capisco che Max dica: io ti insulto ma tu sai chi sono io (e allora scrivi il tuo nome perche’ angelheart per es non ha ancora capito), ma con la registrazione se uno ti insulta firmandosi Il Visconte delle Ardenne, cosa cambia? Che ti puo’ insultare solo con quel nickname li’ e non con dieci diversi?

  98. SE si fa tutto per il bene dell’allievo,perchè si deve firmare un contratto con vincoli,si da il contributo e al limite ci si confronta sul percorso da affrontare lasciando piena lierta allo staff dell’allievo di scegliere la cosa più opportuna per loro.
    Non è una società a scopo di lucro.

  99. gliangeliindossanod&g

    Ma Stefano Grazia non è colui che un tempo scriveva su Ubitennis? scriveva anche qua? (mi rovlgo a Voi perchè dice che non posterà più. Mi pare di riconoscerlo dalla lunghezza del post, io sono logorroico, ma i suoi post su ubitennis mi battevano 6/0 6/0).
    Ma perchè (quando parla di madmax penso si riferisca al Marchese) lui (ed altri che fanno il suo ragionamento simile) non comprendono che il Marchese sta (anche) cercando di dare le corrette informazioni ai genitori ed a certi addetti ai lavori e che, se questi non le colgono oppure vogliono cmq fare diversamente, pazienza, si vedrà chi avrà ragione?
    @tutti = mi creerò molti nemici, ma vi dico che sulla registrazione secondo me invece ha ragione (e ricordo che chiunque, se commette reati, è rintracciabile anche se scrive con un nick…).

  100. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Nikolik, leggereli e commentarli tutti interi i miei post, no??

    Prima di tutto uno con denaro proprio potrebbe continuare ad andarci per i fatti suoi ai tornei internazionali per fare il turista, secondo se non vinci in Italia che ci vai a fare fuori, terzo basterebbe usare il già esistente Circuito di Macroarea per gli under che potrebbero così giocare in entrambe le categorie…

    Giocherebbero tutti i migliori e chi vince va all’estero tutto spesato.. Per due persone e ovviamente senza distinzioni maestro fit, istruttore, coach, genitore o testa di cazzo…

    Nessuno più si lamenterebbe e anzi sarebbero tutti felici e contenti… Pensa che non guasterebbe nemmeno il fatto che questo sarebbe un modo trasparente e democratico per spendere denaro pubblico.. So che da noi non è di moda ma per una volta potremmo provare ad essere “antichi”…. Di questi tempi non mi sembra un disonore….

    Tra l’altro spingendo il circuito open con l’aumento dei partecipanti e un’iscrizione più alta (anche se pago 50 euro sarà sempre meglio che andare in Burundi) si offrirebbero montepremi maggiori, denaro quindi da poter sfruttare per ulteriore tornei all’estero, per quelli che servono davvero per salire però..

    Diventerebbero tornei di alto livello e secondo me sarebbero molto seguiti da tutti…

  101. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Ciao Stefano, grazie di tutto…. Eddai raccontaci un po’ cosa state facendo, ogni tanto un postone dei tuoi ci starebbe bene….. Ad esempio com’è la tua nuova location??

    Per il resto hai ragione sul fatto che molti starebbero zitti, io però sono convinto che tu più dici le cose e più gli altri per dimostrare che sbagliavi fanno appositamente il contrario.. come il marito che se lo taglia per far dispetto alla moglie hahaha

    Qui tra un po’ in molti diventeranno gay hahahah 🙂

  102. Nikolik

    Scusa, Madmax, ma cosa cambierebbe, nella pratica?

    Perché, chi lo vincerebbe mai questo circuito open, ad esempio, tra le under 16?
    Non lo vincerebbero sempre le stesse, quelle di ora, cioè la tua figliola, quelle che erano in Svezia, leccetera, eccetera?

    Cosa cambierebbe, scusa?
    Ormai le gerarchie sono troppo ben definite, non siamo più tra gli under 10 e 12, le migliori d’Italia son quelle, non si scappa più…

  103. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    No caro mio cambia eccome… Perchè se ne vince quattro la Torelli (una a caso) di soldi ne prende più lei e non ne prende uguale a quella che ha fatto due semi e due quarti!! 😉

    Non si darebbero più vantaggi a chi si allena a Tirrenia ad esempio ma se li prenderebbe chi vince… che è mooolto diverso…

  104. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Stefano…

    Tutto ma non Scialpi, Scialpi no ti prego…

    L’unica cosa che mi accomuna a Scialpi è una ragazza che è stata prima fidanzata con lui e poi con me…

  105. paola

    carissimi. ..si fa per dire sono una mamma di una giocatrice che come dice alcuni di voi e andata a fare vacanza in sud america…credo o forse sbaglio…che nessuno di voi sia mai stato in giro per il mondo circa 9 mesi su 12 a questa eta….molti dei nostri ragazzi fanno questa vita gia da oltre 6 /8 anni….. Sapete a quanti sacrifici rinunce hanno fatto? No non credo proprio….pensateci un po…prima di sparare a vuoto…..e ovviamente l italia l hanno girata tutta……. E alla fine dei tabelloni comparivano sempre gli stessi nomi. … Comunque volevo complimentarmi con alice per gli ottimi risultati…continua sempre cosi e se ci scappa da ridereeeee RIDI.ciao baci mamma delle 5 ragazze…..ps questi ragazzi si allenano anche nei giorni di festa..non c e vigilia niente natale e il 1 gennaio alle 8 di mattina sono gia sui campi be SCUSATECI tanto se noi genitori siamo orgogliosi di tali figli

  106. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Poi sai io evidentemente sono un cretino perchè pensavo che i sacrifici e le rinunce fossero altre cose, pensavo che il tennis fosse una scelta, pensavo che il mondo fosse pieno di gente che lavora di giorno per pagarsi le scuole serali, di gente che non arriva a fine mese e va a mangiare alla Caritas…

    Evitate di scrivere e lasciateci il dubbio riguardo il vostro QI perchè così togliete ogni dubbio..

  107. Monet

    a chi lo dice signora Poala dei sacrifici,pensi che sono 2 mesi che non vedo mio figlio,anzi 20 gg xchè per vederlo sono dovuto partire a andare in argentina….ps non sono in guerra,anche se di sacrifici ne fanno molti!!

  108. bogar67

    Intanto il figlio di Monet ha chiuso vincitore contro Llodra M. (Fra) 6/4 6/1 partiva sfavorito dai pronostici! Complimenti!

  109. Monet

    se facessi conto di quello che ho speso e del tempo perso e della auto fuse credo dovrebbe entrare nei primi 10 per ripagarmi del tutto………

  110. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    E noi te lo auguriamo tutti, non certo per ripagarti ma per la soddisfazione che avresti…

    E lo sono stato tanto anche per Giorgio Errani dopo tutto quello che ci ha raccontato…

  111. paola

    No… Mi dispiace non so chi sia monet..ma posso immaginare che sue o vostre critiche siano rivolte alla fit. Ma ci sta provando a migliorare la situazione…e vero che isoldi che da ai nostri ragazzi sono solo. Sufficienti si e no per 4 o 5 trasferte….. e i nostri ragazzi per essere tra i primi 50 nel mondo ne devono fare almeno 25. … Fate voi la somma. …..e vero che le rinunce e i sacrifici sono altri….ma non e una colpa avere delle possibilita migliori di vita…e spero che la federazione capisca che deve miglirare e sposorizzare meglio i nostrtalenti. ….diamole fiduciai l
    E fiamo fiducia ai nostri giovani

  112. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Signora Paola..

    Se legge i post precedenti capirà subito chi è e capirà quindi che se si permettere di dire qualcosa lo dice perchè è sicuro di quel che dice essendoci già passato (averlo superato ed essere arrivato al top) e soprattutto non può dirlo per invidia o altro…

    Di fatto i suoi sono consigli e vi esorto vivamente ad ascoltare con più attenzione uno che ha portato il figlio 30 del mondo invece di chi non ha mai fatto nemmeno un 2.1!!! (perchè chi dice le cose a voi non l’ha fatto…)

    Sarà pur vero che quel qualcuno qualche spiccio ve lo da ma è come dare l’Aulin ad un malato terminale..

    Perciò vada tranquilla che qui troverà solo consigli utili e nessuna invidia anche perchè non si può invidiare chi si trova in mezzo all’oceano senza saper nuotare e senza salvagente!! 😉

    Comunque in bocca al lupo e auguri di cuore a prescindere…

  113. Nikolik

    E ascoltalo anche tu, quindi, quando ti dice che giocare gli open non serve assolutamente a nulla, anzi, ad un belin, come ti ha detto lui.

  114. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Vedi Nikolik la caratteristica migliore che deve avere un imprenditore e in questo caso un coach è l’essere elastico e reattivo cioè saper “leggere” immediatamente i cambiamenti e le variazioni delle situazioni..

    Come tu sai bene Monet aveva anche una figlia che giocava qualche anno fa oltre Fabio.. immagino che a quel tempo le avversarie negli open erano soprattutto delle sbecchettatrici (come le hai chiamate lui 🙂 )… Avendo la figlia smesso (fantastica quella della bottiglia di champagne stappata alla notizia hahaha) e con Fabio escludo che possa essere andato da quel momento in poi a vedere degli open femminili..

    Che ripeto sono assolutamente da non fare più quando li vinci facile… E’ quando non li vinci che mi domando io dove cazzo vai a giro!!! Certo dire ho fatto semi al GR4 di Zagabria è più chic che fare semi a Bagnatica e perdere da una ..ovic qualsiasi è meno doloroso che farlo con una 2.2 qualsiasi ma se perdi perchè non sai servire non è che lo impari andando in Croazia.. Prima lo impari quindi vinci a Berghem e poi vai dove ti pare..

    Ma poi Nikolik non è che io voglia convincerti, so benissimo che sei di parte e in completa malafede hahaha

  115. lib

    … e chi sara’ mai sto monet che va in argentina per rivedere il figlio, PAPA BERGOGLIO???

    DAI che fabio sto torneo fa il bottoooo…

  116. Leo caperchi

    Nikolik e marchese(che pizza sti nick)….la programmazione e’ in funzione del miglioramento,delle situazioni dei periodi (ma con linee guida precise) e del budget.nikolik marchese parla di open per comodita geografica.anche la prima parte di professionismo 10 25 50 e 100 si puo fare in italia abbastanza comoda geograficamente.gli open hanno il limite dela mentalita’ dell ambiente ovvio e’ una situazione contingete forzata.fognini e seppi sono cresciuti con due programmazioni diverse per esigenza di logiche cosi e personalita’.non attaccatevi per forza ma su una cosa davvero detta diversa senno non si capisce.

  117. Hian

    Domanda fuori topic, scusatemi 🙂 Per caso ci sarà qualche “inviato” a Firenze settimana prossima, come fu l’anno scorso?

  118. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Leo..

    Appunto…

    Quindi dono arrivati entrambi perchè non conta che tipo di programmazione ma come la fai perchè la fai e se fai quella che ti serve..

    Se non hai sodi fai open con soldi ITF gr 3-4 e salito di livello senza soldi fai 10k-25 con soldi itf under 18 gr 1 e 2..

    Ovviamente se non vivi sul cucuzzolo della montagna qualche torneo under 18 vicino a casa l’avrai e perciò partendo magari dalle quali lo giochi lo stesso (in questo momento di crisi poi entri dappertutto) perchè evidentemente la cosa giusta in ogni caso soldi o non soldi è sempre il miscelare i tornei..

    Tra l’altro se sei forte fin da giovane basta andare avanti subito in qualche torneo e un aiutino lo trovi per cui come al solito parliamo del sesso degli angeli..

    E se non sei forte fai il maestro o vai all’università.. (anche americana così puoi continuare a sognare..)

  119. Diego

    Si pero’ dall’under 16 in su bisogna fare risultati (finali, semi) sia negli open importanti che negli ITF di livello, altrimenti nei primi cento non ci arrivi e quindi e’ meglio studiare e fare un buon corso di studi visto che dovranno lavorare fino a 70 anni.
    Nell’Open di Beinasco, da poco concluso , uno dei migliori di livello in Italia mi sembra di non avere visto partecipare le nostre migliori Under o sbaglio ?

  120. Nikolik

    Diego, hanno fatto bene a non partecipare all’Open di Beinasco.
    Evidentemente, hanno visto che si era iscritta Corinna Dentoni, e allora perché andare a perdere tempo e denaro per andare fino là, quando era già evidente chi avrebbe vinto?

  121. Nikolik

    E comunque non è per nulla difficile da capire, ma allora diciamolo che tutta questa storia degli open è per una questione di denaro, del tutto legittima e giusta.

    Non tiramo fuori la questione della superiorità della programmazione degli open rispetto ai G4, diciamo allora che chi può fa bene ad andarsi a fare i G4 e chi non può fa bene a fare gli open e che le cose quasi si equivalgono.

    Ma non tiriamo fuori discorsi che ho sentito qua che è meglio fare i 10.000 e gli open rispetto, addirittura, ai GA e agli slam, per favore.

    Lo diciamo chiaro, io faccio gli open perché i contributi federali ho deciso di non prenderli e punto.

  122. Nikolik

    E comunque a Beinasco la Pairone c’era, se non sbaglio ed ha perso in semifinale.

  123. Diego

    Non penso che gli obbiettivi della Dentoni siano di vincere gli Open.
    Speriamo che finalmente nei prossimi mesi riesca ad essere competitiva anche nei tornei Wta, anche se i dubbi sono molti.

  124. Nikolik

    Certo che non è un suo obbiettivo.
    Infatti, per lei è stato solo un allenamento in un periodo vuoto di tornei.
    Un buon allenamento, come quando la Juventus gioca contro il Pinerolo.

  125. dario

    Invidio le vostre certezze.. Anni che faccio questo mestiere e frequento il circuito in pianta stabile.. Ma tutte queste certezze non le ho.. 🙂

  126. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Nikolik nella vita è sempre una questione di soldi, soprattutto quando si fa impresa..

    E spero converrai che quando uno spende cifre vicine al milione di euro sia corretto chiamarla e comportarsi da imprenditore..

    E no si tratta di programmazione superiore o inferiore, si tratta di programmazione di simile livello alternativa, ma soprattutto si tratta di un discorso costi benefici…

    Io ho scelto prendo 5.000 (cionquemila) o anche 10 tanto cambia poco giro meno ma sono completamente libero tanto devo resistere due tre anni al massimo..

    Ma non ti chiedo di capirlo…

    Dario..

    Con tutto il rispetto (visto che non ti conosco e non so a chi ti riferisci) verso te e il tuo lavoro, ma tu arrivi qui senza firmarti e scrivi ciò…

    Ti rammento che il mondo pieno di gente che fa da anni la stessa cosa e la fa male.. 😉

  127. lib

    Scusa nikolik ma la juve attuale e’ la Errani…se vuoi fare un paragone corretto , Corinna e’ 211 del ranking WTA che nel ranking uefa corrisponde alla piazza 211 occupata dal FC Daugava Daugavpils LVA…. almeno nei paragoni sii obbiettivo…. piu’ o meno e’ professionista come i giocatori di questa squadra….mi meraviglio di te che sei sempre razionale…

  128. Nikolik

    Caro Lib,
    Io sono molto razionale quando parlo della Dentoni, che rappresenta una storia sportiva fantastica che voi Genitori, abbagliati dal successo, dalla cultura della Vittoria e dal denaro, nemmeno vi sognate.

  129. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Nico..

    Appunto.. 🙂

    Nikolik..

    …una storia sportiva fantastica che voi genitori….

    Diglielo alla Golarsa!! hahaha

  130. Nikolik

    Madmax,

    Sono assolutamente d’accordo con te che, certo, eccome, nella vita è sempre ma questione di soldi, ci puoi giurare, io ho un grande rispetto del denaro e di coloro che fanno le scelte in base al denaro.

    Infatti ammetterai che io non ho detto una parola riguardo alla tua scelta di non accettare il contributo federale.
    Ti ho detto che hai fatto male?
    Non mi sono permesso.
    Ti ho detto che, al pari di altri, avrai fatto i tuoi conti e deciso in piena libertà. E che hai fatto sicuramente bene ed in totale legrittimità.

    Però ammetterai che il punto non è quello.
    Il punto è che la Federazione sta migliorando, in socie rispetto a quello che avveniva anche solo 5-6-7-8 anni fa e che si spera migliori ancora.

    Devi ammettere per forza, perché per forza lo devi ammettere, che bene o male stanno offrendo contratti a ragazzine di 14-15-16 anni (non sto parlando solo della tua, di tutte, perché tutte hanno vinto NULLA), che non hanno vinto NULLA (ripeto, sto parlando di tutte, non della tua, perché tutte non hanno ancora fatto NULLA) che prevedono che ti danno venti milioni all’anno ( scusa ma io ragiono in lire perché sono delle generazione della lira), oltre ad un sacco di altri bonus, a fondo perduto, perché li restituisci solo se diventi professionista (e in quante mai diventeranno professionista?), per cui tutti i vostri discorsi di 4-5 anni fa, quando dicevate che la Federazione non aiutava nessuno ( e lo dicevate, non mi dre di no) sono aria fritta.

    Poi, per carità, certo che ci sono delle storture, Madmax, ed ingiustizie, certo, mi retto alla tua esperienza dell’Italia, Madmax.
    Sei mai entrato in un Pronto Soccorso, Madmax?
    Come erano organizzati?
    Sei mai entrato in un Tribunale?
    Come erano organizzati?

    Meglio ancora, faccio un esempio che ti è più vicino e che è più vicino anche a me.
    Ti ricordi come era, è, organizzato l’Unire?
    E allora di cosa stiamo parlando?
    L’Italia è questa e, nello squallore generale, mi sembra che questi della FIT stiano facendo qualcosa, anzi, molto, per migliorare.

    Mi dispiace che stai sbattendo la porta, con la FIT, si vedrà.

  131. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Nikolik..

    Su una cosa hai ragione, la FIT è molto meglio organizzata dell’UNIRE!! hahaha

    Oh ma peggio non si poteva però.. 🙂

    E io che ho fatto ? Ho sbattuto la porta.. E’ vero ero giovane e con mille alternative migliori ma si è visto poi chi aveva ragione…

    Sul discorso dei miglioramenti federali non discuto, ma un conto è avere ed esercitare un compito istituzionale altro è provare a fare un giocatore, QUESTO giocatore, non altri che verranno..

    Di conseguenza io non posso aspettare che la federazione migliori ulteriormente, io i problemi li devo risolvere ora e non avendo più le disponibilità di un tempo capirai bene che per me non è facile rinunciare ai contributi ma io devo arrivare lassù e con venti milioni (che poi non lo sono e sono da usare unilateralmente) non ci faccio nulla dovendo pagare nel mondo dell’euro..

    Io non ho bisogno di chi mi aiuta istituzionalmente come si fa con tutti, io ho bisogno di un “socio” che creda ciecamente in Alessia e le dia tutto il possibile perchè possa raggiungere la vetta..

    Ovviamente liberissimi di non farlo o di non credere in lei, come dici tu, si vedrà…

    Ricordatevi però chi sono io, dopo non bastaeranno i duecentomila per risalire in sella, ora la prova l’avete che non sono come gli altri..

    E tra non molto capirete (perchè qualcuno non ci arriva proprio) che nemmeno Alessia lo è… 😉 E non lo dico perchè sono di parte. Ma fortunatamente il tempo è galantuomo…

  132. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Oh finalmente possiamo parlare con una persona reale e non un fantasma!! 🙂

    Ma stavolta ci va diolusso perchè sappiamo anche che lavoro fa hahaha

    Bene Dario ciao, di che sicurezze parlavi?

  133. Diego

    Max vorrebbe un aiuto economico dalla Fit piu’consistente perche’ il percorso di sua figlia sarebbe quello piu’ giusto in quanto e’ seguita one to one (sulle capacita’di Max penso non ci siano piu’ dubbi) l’obbiettivo prioritario e’ diventare professionista (allenamento da 5 o 6 ore al giorno,scuola serale) il resto e’ secondario, non come molte altre che tengono il piede in due scarpe (meno ore di allenamento scuola statale ecc.).
    Penso che Alessia abbia piu’ possibilita’ di altre di arrivare pero’ finora visto che come le altre i risultati devono ancora arrivare e’ difficile per la Fit dare un contributo economico piu’ alto.

  134. Il Marchese del Grillo alias Madmax

    Dario..

    E’ quello che scrivo da anni e che infatti ribadisco anche al 132..

    E per questo motivo mi sono trovato in disaccordo con la federazione…

    Il discorso dei contributi legati ai risultati lo trovo corretto fino a che appunto si parla di contributi e cioè a te che sei del livello X ti do tot e usali come credi più opportuno (quello che accadeva fino all’anno scorso e che a livello fiscale se non sbaglio è possibile fino a cifre intorno ai 7.500 euro)..

    Quando si parla di contratti la cosa cambia perchè io oggi ti metto il patch di Supertennis, do a te lo sfruttamento della mia immagine , do la disponibilità di veniire a fare promozione per tre giorni all’anno ai centri estivi praticamente a costo zero considerato che un contributo me lo devi dare in quanto istituzione…

    Perciò ti do gratis una cosa per dieci anni (anche solo il rispondere alle convocazioni, perchè se entro i 24 anni sono nelle top ten mica ho detto che sia interessato…) una cosa che se divento forte vale molto…

    E’ verissimo che basta ridarti il prestito (più interessi e penale) e sono di nuovo libero ma non è accettabile questa forma di prestito..

    Cioè tu mi presti i sodi io te li dovrò ridare con gli interessi e tu mi dici anche cosa ci devo fare??? Ma che film è questo??

    Se ne ho bisogno e la cosa mi conviene posso anche cercare di venirti incontro ma deve convenirmi davvero però…

  135. Maurizio

    OT, qualcuno conosce la dimensione dei manici della racchetta di Pennetta e Bolelli?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *