Brown e Sijsling le stelle del Challenger di Andria

di - 9 Novembre 2014

Luca Vanni

E’ tutto pronto per la seconda edizione del torneo internazionale di tennis “Castel del Monte”, in programma ad Andria dal 15 al 23 novembre. Nella città di Federico II, per l’unico torneo del vecchio continente previsto nell’ultima settimana dell’anno agonistico si daranno battaglia tutti gli specialisti del veloce: e tra gli iscritti ci sono tre giocatori top-100 e molti altri che nel corso dell’anno sono rientrati tra i primi 60 al mondo (cut-off al numero 205). Questo a dimostrazione di come il livello del torneo, che offre un montepremi da 35 mila euro. sia cresciuto rispetto alla scorsa edizione.

Testa di serie numero uno è l’olandese Sijsling, attuale numero 85 nella classifica Atp. Ci saranno anche Dustin Brown, finalista l’anno scorso battuto da Fucsovics, e l’israeliano Dudi Sela. Il migliore degli italiani è Luca Vanni, numero 152 del mondo, seguito da Andrea Arnaboldi (numero 178) e Matteo Viola (numero 189).  Il migliore degli italiani è Luca Vanni (n.152) ma il direttore tecnico del torneo, Enzo Ormas, ha riservato 4 wild card alle firme più autorevoli del tennis nazionale. Altri 4 tennisti si conquisteranno il posto nel tabellone centrale attraverso le qualificazioni che si svolgeranno il 15 e 16 novembre sui campi del Palasport (centrale) e del polivalente di via Delle Querce (secondario). Le due stesse strutture ospieteranno le gare del torneo dal 17 novembre con ingresso gratuito, ed un appuntamento serale quotidiano sul campo centrale.

Il torneo di Andria diventa motivo di vanto anche per l’intero movimento sportivo e tennistico della regione. “Si rinnova il prestigioso appuntamento che si sta facendo largo nel calendario dell’Atp – spiega il consigliere nazionale Fit, Isidoro Alvisi -. La Puglia sorride, visto che è l’unico torneo Atp organizzato in regione e a renderlo spettacolare è anche la superficie veloce. Speriamo che questa gara diventi anche una vetrina importante per valorizzare i tennisti pugliesi che si stanno mettendo in evidenza a livello nazionale ed internazionale”.

“Meno male che c’è Andria – aggiunge il presidente regionale della Fit, Donato Calabrese -. Il grande tennis torna grazie al perfetto connubio tra le istituzioni e le realtà private. Noi come federazione non possiamo che collaborare, per esempio coinvolgendo tutte le scuole tennis pugliesi. E’ giusto che soprattutto i più giovani, oltre a praticarlo, possano vedere il tennis e in particolare quello a grandi livelli”.

Tante le novità del torneo, edizione 2014. “Il livello è molto più alto – dice il direttore tecnico del torneo, Enzo Ormas -. Questo grazie al passaparola tra i tennisti e grazie alla prima edizione che è servita a promuovere il nostro torneo. Il ‘cut off’ è 205 e questo è già esplicativo. Ci aggiungo, inoltre, che molti di questi giocatori a maggio erano tra i primi 60 al mondo, proprio perché specialisti del veloce. Quindi lo spettacolo è assicurato, così come si tornerà a vivere il palasport per tutta la giornata”.

Importante l’apporto in termini organizzativi delle realtà private. “Ci stiamo impegnando per una graduale crescita della manifestazione – asserisce Pierpaolo Marchio, presidente dell’associazione Pro Tennis che organizza il torneo -. L’attesa è alta anche perché in tanti sono rimasti entusiasti della passata edizione. Lo comprova la presenza delle istituzioni al nostro fianco, ma anche quella degli sponsor che hanno rinnovato la collaborazione. Intanto continuiamo a ricevere richieste di partecipazione di circoli tennis di tutta la regione. Ricordo che l’ingresso è completamente gratuito”

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *