Sorteggio Roland Garros: Nadal e Djokovic mai così vicini

di - 22 Maggio 2015

trofeo Roland Garros

di Federico Mariani

Il sorteggio del Roland Garros, mai così atteso ed in qualche modo decisivo come quest’anno, ha decretato che molto probabilmente l’edizione dei Campionati di Francia sarà decisa già nei quarti di finale. Sarà, infatti, questo il presumibile punto di impatto di Novak Djokovic e Rafael Nadal, i due maggiori candidati al titolo con discreto margine sul resto dell’equipaggio. E’ accaduto quello che (forse) entrambi temevano dopo il declassamento nel ranking del campione in carica dirottato alla testa di serie numero sei, ovverosia Maria Sharapova ha estratto il nome dello spagnolo nel quarto di Djokovic rendendo infiammata la prima porzione di tabellone.

Chi, invece, può senza dubbio sorridere è Roger Federer. Le mani di Masha sono state particolarmente clementi con l’elvetico e non solo gli hanno consegnato l’amico e connazionale Stan Wawrinka (già battuto nettamente a Roma qualche giorno fa) negli ipotetici quarti di finale, ma gli hanno evitato Andy Murray in semifinale riservandogli invece o Tomas Berdych o Kei Nishikori. Lo scozzese è finito nella metà alta ed è in rotta di collisione con Ferrer in quarti di finale.

Sono questi, dunque, gli ipotetici quarti di finale stilati in rigoroso ordine gerarchico delle teste di serie:

[1] N.Djokovic – [6] R.Nadal
[3] A.Murray – [7] D.Ferrer
[5] K.Nishikori – [4] T.Berdych
[8] S.Wawrinka – [2] R.Federer

Il cammino del numero uno del mondo a caccia del primo acuto parigino si aprirà con Nieminen, mentre al terzo turno potrebbe esserci l’interessante sfida con Tomic. Per quanto riguarda gli ottavi di finale, invece, le teste di serie a presiedere tale porzione sono Gasquet ed Anderson.
Rafa Nadal, invece, dopo l’esordio comodo con la wild card francese Halys sarà subito chiamato ad una prova non banale con Dolgopolov o Almagro. Al terzo turno la testa di serie designata è Mannarino, mentre in ottavi di finale potrebbe palesarsi un’intrigante sfida con Grigor Dimitrov.
Come detto in apertura, sulla carta è molto più agevole il cammino di Roger Federer, qui campione nell’ormai sfocato 2009. Il campione di Basilea esordirà con un qualificato, mentre al secondo turno dovrebbe esserci Granollers per poi sfidare Karlovic in terzo turno. Primo vero e non trascurabile ostacolo dovrebbe arrivare in ottavi di finale con lo spauracchio Gael Monfils, avversario in grado di esaltarsi qui a Parigi ed in particolar modo con Federer dall’altra parte della rete.

Capitolo italiani. In attesa di buone nuove dall’ultimo turno di qualificazioni, sono quattro gli italiani che hanno diretto accesso al main draw. Il più sfortunato del team azzurro è stato sicuramente Andreas Seppi che, da non testa di serie, esordirà con John Isner e considerate le condizioni piuttosto veloci di Parigi diventa un avversario quasi proibitivo. Bene, invece, Simone Bolelli che ha pescato Steve Darcis, giocatore tutt’altro che irresistibile su terra. Il talento di Budrio, in caso di successo, se la vedrà al secondo turno con Troicki in un match più che aperto, per poi trovare Ferrer. Va decisamente bene anche a Fabio Fognini, unica testa di serie azzurra. Il ligure ha al primo turno il modesto Ito ed al secondo Paire (o un qualificato), mentre al terzo turno potrebbe esserci la rivincita con Berdych.  Per Paolo Lorenzi, infine, ci sarà Gilles Muller. Il senese, che qui non ha mai vinto un match di main draw, vincendo si regalerebbe un secondo turno da favola con Djokovic.

Primi turni italiani:

A.Sepppi – [16] J.Isner
P.Lorenzi – G.Muller
[28] F.Fognini – T.Ito
S.Bolelli – S.Darcis

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *