Zvonareva abbatte il Wall-Zniacki

di - 28 Febbraio 2011

di Sergio Pastena

Pareva proprio dovesse esserci una finale a senso unico a Doha: di fronte c’erano Wozniacki e Zvonareva, le prime teste di serie, ma erano arrivate in fondo in modi molto differenti. La russa, dopo aver superato la Cibulkova, aveva dovuto sudare le classiche sette camicie contro la Hantuchova ed era stata costretta al terzo anche in semifinale da una Jankovic che sta ritrovando un minimo di continuità di risultati. Dall’altra parte la Wozniacki aveva invece devastato le avversarie, perdendo nove games in tre partite. Una miseria, come ben sa anche Flavia Pennetta che ha ricevuto un netto 6-2 6-0 dalla danese. Ad ogni modo, contro tutti i pronostici, a spuntarla in finale è stata Vera Zvonareva, che ha impostato un match molto aggressivo riuscendo a scardinare il muro della numero uno al mondo. Male le altre teste di serie: Francesca Schiavone ha ceduto subito a Shuai Peng, mentre la Na Li è stata battuta nettamente dalla Zakopalova. Bene la Bartoli, arrivata fino alla semifinale.

Si giocava anche ad Acapulco, torneo dai nomi meno altisonanti che, peraltro, ha visto uscire prima delle semifinali le prime tre teste di serie (Goerges, Hercog e Arn). La quarta era l’argentina Gisela Dulko, che non ha perso l’occasione per aggiudicarsi il primo trofeo del 2011 (numero quattro in carriera). In finale la compagna di doppio della Pennetta ha battuto la Parra Santonja: curioso il fatto che, ad eccezione della Tatishvili al primo turno, la Dulko ha avuto solo avversarie spagnole (Soler Espinosa, Pous-Tio e Medina Garrigues). Eliminata subito dalla Voracova la nostra Romina Oprandi.

Questa settimana sono due i tornei in programma: Kuala Lumpur e Monterrey. In Malaysia la prima testa di serie è la nostra Francesca Schiavone, impegnata mentre scriviamo nel suo match di primo turno contro Jelena Dokic: la milanese conduce 3-0 nel primo set ma l’incontro è stato sospeso a causa della pioggia. A contederle il titolo, tra le altre, anche una Marion Bartoli in buona forma, opposta alla nostra Camerin nel primo turno. Tra le altre favorite spiccano Kleybanova, Groth e l’eterna Kimiko Date. Torna in campo anche la Safina, opposto alla cinese Han. In Messico, invece, scende in campo Jelena Jankovic, a caccia di punti per risalire in classifica. Dovrà vedersela con la Pavlyuchenkova, con la Dulko, ma anche con la nostra Errani, testa di serie numero sei e impegnata contro la Larsson al primo turno. In tabellone anche la Oprandi, a cui il sorteggio ha riservato la Zahlavova Strycova. In generale si tratta di un torneo con un gran numero di outsider, considerato che tra le atlete che non sono testa di serie ci sono tennista come Oudin, Arn e Cornet. Chissà che non ci scappi la sorpresa.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *