Serie A: Le Impressioni dal TC Parioli

di - 14 Ottobre 2012


(Matteo Fago, il protagonista di oggi nonostante la sconfitta – Foto Nizegorordcew)

di Alessandro Nizegorodcew

Questa mattina mi sono recato con il prode Nicola Corrente a dare un’occhiata al match di apertura della Serie A 2012 tra TC Parioli e Circolo Canottieri Aniene. Incontro subito Francesco Bessire e Gianmarco Moroni, rispettivamente classe 1994 e 1998, che hanno affrontato quest’oggi il loro esordio assoluto in Serie A. Moroni ha battuto in due set il terza categoria Filippucci 61 62 mentre Bessire è stato sconfitto 62 61, in un battesimo di fuoco, da Potito Starace. “Sono contento” – ha raccontato Francesco – “è stato bello giocare per la prima volta in Serie A contro uno campione come Starace…”

Stefano Valenti ha fatto sudare le proverbiali sette camicie a Simone Bolelli, che ha finito per imporsi solamente 63 76(2), sfoggiando anche alcuni colpi a tutto braccio davvero notevoli. Stefano, che ormai, nonostante sia un classe 1989, è più un coach che un giocatore, ha confidato alla fine: “La palla di Bolelli è di una pesantezza incredibile. Già nel riscaldamento, al suo primo diritto, ho pensato: No, non può essere vero… Io ho giocato bene, in maniera tranquilla. Ormai affronto le partite con un atteggiamento più maturo e questo è sicuramente dovuto ai tantissimi match del circuito Wta ai quali ho assistito come coach o sparring nel corse degli ultimi due anni. Da fuori capisci tante cose…”

Simone Bolelli si è detto invece contento della “Cura-Rianna” e dei recenti allenamenti sul veloce svolti con Starace e Bracciali, oltre che più tranquillo rispetto ad un 2013 che inizierà prevalentamente dai main draw senza passare dalle qualificazioni.

Potito Starace si è invece ancora molto motivato. “Non sarà facile” – ha spiegato – “perché dovrò ripartire giocando le qualificazioni nei tornei maggiori ma la voglia c’è e la schiena ora sta bene. Sono fiducioso, anche se a livello internazionale riprenderò direttamente nel 2013.”

La partita del giorno è stata quella tra Flavio Cipolla e Matteo Fago, venticinquenne che è tornato da poco in Italia dopo aver studiato (e giocato) nel mondo dei college Usa. Fago ha messo in mostra uno splendido rovescio bimane ed una predisposizione al gioco d’attacco con tantissime chiusure a rete. Flavio non era certamente nella sua migliore giornata, considerando anche che giocatori come Cipolla e Bolelli sono nel pieno della stagione sul veloce. Ma Fago ha davvero giocato un bellissimo incontro, conclusosi 75 36 63 in favore del rappresentante del Circolo Canottieri Aniene. Cipolla, nonostante le difficoltà, ha messo a segno alcuni dei suoi colpi eccezionali come volée smorzate in allungo vincenti (nella foto a sinistra) e passanti stretti che hanno strappato applausi. Fago ha lottato, corso, tirato, attaccato, ma ha finito per perdere anche in preda ai crampi. Può però essere considerato un tennista già oggi da 400-500 Atp.

Personaggi presenti al TC Parioli questa mattina? Ovviamente il preparatore Gianluca Pasquini, Angelantonio Starace (il mitico papà di Potito), Vittorio Selmi, Sandrine Testud e tanti altri…

© riproduzione riservata

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *