Antonio Campo va come un treno: al palermitano l’Open Erca di Bagnatica

di - 2 Settembre 2021
La premiazione dell'Open Erca del Tennis Club Bagnatica (foto GAME)

Un solo game lasciato per strada in semifinale, appena due concessi in finale. Così, il siciliano Antonio Campo ha letteralmente ammazzato la concorrenza nella sesta edizione dell’Open Erca del Tennis Club Bagnatica, che in provincia di Bergamo ha chiuso due settimane di full immersion nel circuito più importante a livello nazionale. Prima era toccato alle donne, con l’Open Idrotech vinto dalla colombiana Yuliana Lizarazo, poi è stata la volta degli uomini con Campo leader incontrastato, a conferma dell’ottimo feeling fra il 28enne di Palermo e i tornei bergamaschi. Qualche settimana prima, infatti, il numero 1.167 del ranking Atp aveva trionfato nell’altro ricco Open estivo della provincia, giocato a Clusone, e a Bagnatica ha fatto il bis succedendo nell’albo d’oro al milanese Simone Roncalli. L’unico piccolo rammarico è per una finale che ha lasciato un po’ di amaro in bocca ai tanti presenti: visti i protagonisti e le premesse era lecito attendersi un grande match, invece il bresciano Davide Pontoglio – numero uno del tabellone e pari classifica di Campo: entrambi 2.2 – è parso scarico fin dall’inizio, non riuscendo a reggere il ritmo del rivale, che ha prevalso per 6-1 6-1 senza particolari difficoltà. Nel tennis di Campo funzionava veramente tutto, comprese delle palle corte millimetriche che hanno strappato applausi a ripetizione, mentre Pontoglio si è trovato senza armi e ha commesso troppi errori, finendo per arrendersi in appena un’ora di gioco.

Da segnalare che nella mattinata di mercoledì, il tennista di Rovato aveva dovuto lottare a lungo per spuntarla nella semifinale contro Alessio Savoldi, superato di grinta ed esperienza con il punteggio di 2-6 7-5 10/7, mentre nella sua semifinale Campo aveva passeggiato contro il bergamasco Filiberto Fumagalli, ritiratosi per un fastidio muscolare quando era in svantaggio per 6-0 4-1. Così, malgrado avesse avuto meno ore di riposo rispetto al rivale (la sua semifinale si è giocata nel pomeriggio), Campo è arrivato più fresco al match decisivo, guadagnandosi il titolo e la fetta più ricca dei 3.000 euro di montepremi complessivo. “Siamo molto soddisfatti di come è andato il torneo – dice Gianluigi Terzi, presidente del Tennis Bagnatica e direttore dell’evento –, sia in termini di partecipazione, sia di qualità dei presenti. Abbiamo assistito a delle fasi finali di alto livello, che hanno premiato un giocatore capace di mostrare un tennis davvero brillante e solido, meritando il successo alla sua prima partecipazione”. Con due tornei Open consecutivi, il club dei fratelli Terzi ha voluto dare continuità alla tradizione che ogni estate porta il bel tennis a Bagnatica, inaugurata ormai tantissimi anni fa e passata da nove edizioni del torneo internazionale femminile, Trofeo Cpz. “La pandemia – chiude il direttore – ci ha costretti a sospendere per un paio di stagioni, ma non appena sarà possibile faremo tutto ciò che è di nostra competenza per cercare di ripristinare il torneo Itf”.

RISULTATI
Quarti di finale: Pontoglio b. Caruso 7-6 6-2, Savoldi b. Ingarao ritiro, Fumagalli b. La Vela 6-2 1-6 12/10, Campo b. Cominassi 7-6 6-2. Semifinali: Pontoglio b. Savoldi 2-6 7-5 10/7, Campo b. Fumagalli 6-0 4-1 ritiro. Finale: Antonio Campo b. Davide Pontoglio 6-1 6-1.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *