Nations Challenge, l’Italia vince e va ai play-off

di - 27 Luglio 2019
Aurora Nosei, 12 anni da Lerici (La Spezia) - foto Maffeis

Il famoso proverbio recita ‘non c’è due senza tre’, e l’Italia si è messa nella posizione ideale per farlo valere anche al Tennis Europe Nations Challenge by Head – Grand Prix Serena Wine. Da quando, nel 2017, il Campionato europeo a squadre per under 12 è approdato all’Olimpica Tennis Rezzato, la formazione azzurra si è sempre guadagnata il passaggio alla fase finale di Ajaccio, e punta a fare tris nell’edizione 2019, dopo aver conquistato l’accesso ai play-off. Le ragazze capitanate da Alberto Tirelli ce l’hanno fatta superando per 2-1 la Polonia, in un duello da dentro o fuori risolto già nei singolari. Ma guai a pensare che sia stata una passeggiata, né per Francesca De Matteo, che in apertura di giornata ha firmato l’1-0 battendo Marta Nadajewska per 7-6 6-3, né per Aurora Nosei. La spezzina è rimasta in campo la bellezza di 2 ore e 49 minuti per avere la meglio (7-6 6-7 6-2) su Antonina Czajka, e anche su alcuni attacchi di nausea che le hanno complicato la vita nel secondo set. Ne è venuta fuori una partita dai mille volti: nel primo set l’azzurra si è lasciata riprendere da 5-1 mancando vari set-point, ma ha avuto comunque la meglio al tie-break, infilando un parziale di 5 punti consecutivi dal 6-3 per la rivale. Nel secondo tie-break, invece, ha mancato due match-point e, a causa di un grossolano errore sul 7-8, si è trovata al terzo, nel quale però è finalmente riuscita a far valere la sua superiorità tecnica e fisica, chiudendo il duello e consegnando all’Italia l’accesso ai play-off.

Il successivo – e ininfluente – doppio, vinto per 6-1 1-6 10/8 da Czajka/Pawelska contro De Matteo/Petrillo ha siglato il definitivo 2-1, ma ormai per la Polonia c’era già la certezza di essere in campo domenica soltanto nella finalina per il 5° e 6° posto contro Israele. Le azzurre, invece, hanno chiuso il Gruppo A al secondo posto e si giocheranno l’accesso alle finali a otto di Ajaccio (8-11 agosto) contro il Portogallo, vincitore del Gruppo B. Dopo aver sorpreso la Croazia nella giornata di venerdì, le portoghesi si sono confermate contro Israele, spuntandola per 2-1. Il successo di Mika Buchnik nel primo singolare ha fatto sognare le israeliane, poi Lena Couto ha messo le cose a posto, prima superando per 6-2 7-6 Sapir Cohen e quindi spalleggiando Angelina Voloschuk nel decisivo successo in doppio (6-4 6-4 contro Buchnik/Cohen). L’altro match dei play-off che domenica – dalle 9.30 – metterà in palio il passaggio ad Ajaccio, vedrà invece di fronte la Croazia, oggi a riposo ma qualificata in virtù dei risultati delle prime due giornate, e le favoritissime della Russia, che sin qui a Rezzato non hanno ancora ceduto un set, su 18 giocati. Il rapido 3-0 imposto alla Turchia è stata l’ennesima conferma della netta superiorità su tutte le concorrenti.

I RISULTATI

GRUPPO A

Italia b. Polonia 2-1

Francesca De Matteo (Ita) b. Marta Nadajewska (Pol) 7-6 6-3, Aurora Nosei (Ita) b. Antonina Czajka (Pol) 7-6 6-7 6-2, Czajka/Pawelska (Pol) b. De Matteo/Petrillo (Ita) 6-1 1-6 10/8.

Russia b. Turchia 3-0

Alina Korneeva (Rus) b. Esila Toklu (Tur) 6-1 6-0, Mirra Andreeva (Rus) b. Simay Keles (Tur) 6-0 6-0, Andreeva/Milovanova (Rus) b. Aslanbas/Keles (Tur) 6-1 6-4.

GRUPPO B

Portogallo b. Israele 2-1

Mika Buchnik (Isr) b. Angelina Voloshchuk (Por) 7-6 7-6, Lena Couto (Por) b. Sapir Cohen (Isr) 6-2 7-6, Couto/Voloshchuk (Por) b. Buchnik/Cohen (Isr) 6-4 6-4.

Turno di riposo: Croazia

IL PROGRAMMA

Domenica 28 luglio: play-off qualificazione, finale 5°/6° posto.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *