Sara: per la storia!

di - 22 Ottobre 2012

di Sergio Pastena

“Risvegli” capitolo 2. Caroline Wozniacki, che sembra cominciare a ritrovarsi dopo un 2012 disastroso, si è aggiudicata la Kremlin Cup a Mosca battendo in finale l’australiana Sam Stosur. Una vittoria importante anche perché arrivata al termine di tre match sofferti, visto che la danese era stata costrettao al terzo set dalla Cibulkova e dalla Arvidsson prima di spuntarla 7-5, sempre nella terza frazione, contro la Stosur.

Per il resto il torneo moscovita ha visto i pronostici sostanzialmente rispettati, con la Ivanovic giunta fino alle semifinali e, unica sorpresa, la Bartoli eliminata all’esordio dalla Arvidsson, che prima di cedere alla Wozniacki (con l’onore delle armi) ha steso anche la Kirilenko.

Diverso il discorso nel BNP Paribas Open di Lussemburgo, dove ai quarti è arrivata una sola testa di serie, la numero uno: si parla della nostra Roberta Vinci, che però ha dovuto cedere alla futura vincitrice del torneo. Niente di tragico, considerando che il suo nome è Venus Williams: l’americana in finale ha avuto la meglio sulla rumena Niculescu, ma il compito più difficile è stato quello di superare in semifinale la tedesca Petkovic, sulla buona strada nel suo ritorno.

La Petkovic ha eliminato, tra le altre, Jelena Jankovic, mentre la Goerges ha dovuto arrendersi quasi subito alla Niculescu e la quarta testa di serie, Yanina Wickmayer, neanche è scesa in campo per via di un infortunio al ginocchio.

Questa settimana, intanto, il tennis italiano si gode un altro momento storico: a Istanbul c’è il Master femminile e ben due saranno le nostre atlete protagoniste.

Il ruolo di primo piano, ovviamente, spetta a Sara Errani, che sarà tra le Top 8 del singolare: Sarita è stata inserita nel girone di Sharapova, Radwanska e Kvitova. Roba da far tremare le vene ai polsi, ma lo sarebbe stato comunque. Le prime due di ogni girone si qualificheranno per le semifinali. Nel doppio, poi, possiamo vantare la coppia con la prima testa di serie, composta ovviamente dalla Errani e da Roberta Vinci, che proveranno a portare a casa il trofeo del Wta Championships. L’impresa è già riuscita a Flavia Pennetta, che nel 2010 vinse il torneo a Doha in coppia con la Dulko: ora speriamo di vedere sul tetto del mondo una coppia tutta azzurra.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *