Itf, Pellegrino vince il derby con Musetti a Pula. Ok Paolini e Gatto-Monticone

di - 28 Marzo 2019
Andrea Pellegrino - Foto Ray Giubilo

Giornata come al solito ricca di impegni per il tennis azzurro nel mondo ITF. Tanti italiani, oggi ben 8 su 13 totali,  impegnati nel 25.000 di Santa Margherita di Pula e due sono stati i derby disputati. Il primo di giornata si è giocato fra il giovanissimo Lorenzo Musetti e Andrea Pellegrino, seconda testa di serie del torneo, ed è stato vinto proprio da quest’ultimo con il punteggio di 6-3 6-2. Un derby, quello fra il classe 2002 toscano e il giocatore pugliese, molto atteso alla vigilia, in particolar modo c’era attesa sulla prestazione del campione degli Australian Open Jr che, dopo un buon inizio match, è stato sopraffatto dalla maggiore esperienza di Pellegrino. Il classe ’97, affronterà ai quarti di finale un altro giovane italiano, ossia Giovanni Fonio, testa di serie numero sette, che ha sconfitto il rumeno Nicolae Frunza in due set molto netti (6-1 6-2). L’altro derby di giornata ha visto come protagonisti Riccardo Di Nocera e la quinta testa di serie, ossia Fabrizio Ornago. Il match è stato vinto, con lo score di 6-1 6-4, da Ornago che, in quarti, sfiderà la testa di serie numero 3, ossia Miljan Zekic. Il serbo, dopo essere stato ad un passo dall’eliminazione al primo turno con Davide Galoppini, ha, invece, regolato agevolmente un altro italiano, Paolo Dagnino, con lo score di 6-1 6-1. Stesso punteggio subito da Nicolo Turchetti, sconfitto da Ronald Slobodchikov. Il russo, ai quarti di finale, se la vedrà col sempre più sorprendente Jannik Sinner. Il classe 2001 altoatesino, vincitore del Challenger di Bergamo e del future di Trento, ha sconfitto, molto nettamente (6-2 6-2), il francese Laurent Lokoli. Bene anche Alessandro Petrone, bravo ad ottenere una vittoria con il rumeno Bogdan Ionut Apostol. L’azzurro, vincente oggi col punteggio di 6-4 6-0, avrà di fronte il belga Christopher Heyman, ex 258 del ranking Atp ed attualmente numero 586 della classifica.

Bella vittoria, al secondo turno dell’ITF di Tabarka, ottenuta da Lorenzo Bocchi. Il tennista azzurro, classe ’97, ha sconfitto con lo score di 6-4 6-1 lo spagnolo Pedro Vives Marcos. Il ventiduenne italiano affronterà ai quarti di finale la testa di serie numero 1 del torneo tunisino, ossia il francese Geoffrey Blancaneaux.

Ottimo successo anche di Alessandro Bega nel 15.000 di Tel Aviv. Il tennista lomabardo, prima testa di serie del torneo israeliano e numero 394 del ranking Atp, ha battuto il ceco Marek Gengel col seguente punteggio: 7-6 6-2. L’azzurro, ai quarti di finale, si troverà di fronte Quentin Robert, testa di serie numero 6 del torneo e già vincitore quest’anno di un 15.000 a Poitiers.

Nulla da fare, invece, per Luca Tomasetto. Il ventitrenne azzurro, oggi impegnato al secondo turno dell’ITF di Antalya, è stato sconfitto dalla testa di serie numero 1, Vaclav Safranek, in due set (6-3 7-5).

Sconfitti anche i due azzurri impegnati nel 15.000 di Sharm El Sheikh, ossia Giorgio Ricca e Francesco Vilardo. Ricca ha ceduto al secondo turno allo spagnolo Pablo Vivero Gonzalez con lo score di 6-0 6-4 mentre Vilardo, settima testa di serie del torneo, è stato sconfitto, anche lui in modo netto (6-3 6-2), dal sorprendente polacco Kacper Zuk, già vincitore settimana scorsa di un ITF a Sharm El Sheikh.

Tanti impegni anche nel femminile. Prosegue l’ottimo momento di Giulia Gatto-Monticone, brava ad ottenere il BR e a raggiungere il terzo quarto di finale consecutivo nei tre ITF disputati in Giappone (uno a Nishi, due, compreso quello di questa settimana, a Kofu). La trentunenne torinese ha sconfitto la settima testa di serie, la canadese Rebecca Marino ed affronterà, in quarti, la cinese Yuxuan Zhang. Un match sicuramente alla portata della tennista italiana che, in caso di vittoria,  potrebbe consentirle di migliorare ulteriormente il proprio attuale ranking di 196 del mondo.

Buone notizie giungono anche dall’ITF di Campinas, dove, oggi, erano impegnate quattro azzurre. L’esito finale recita tre vittorie e una sconfitta. In ordine di tempo, la prima vittoria l’ha ottenuta Jasmine Paolini, che dopo aver vinto la settimana scorsa l’ITF di Curitiba, prosegue il suo buon momento raggiungendo i quarti anche questa settimana. La tennista toscana, testa di serie numero 8, ha ottenuto una vittoria convincente (6-3 6-1) ai danni della brasiliana Thaisa Grana Pedretti. Nei quarti la Paolini si troverà di fronte l’austriaca Julia Grabher, attuale numero 323 ed ex top 200. Ottima vittoria anche per Jessica Pieri, brava ad estromettere dal torneo la croata Mrdeza, sesta testa di serie del torneo, col punteggio di 6-2 6-4. La tennista nativa di Lucca, classe ’97, se la vedrà, ai quarti di finale, con la bulgara Elica Kostova, che ha estromesso dal torneo la testa di serie numero 3, l’austriaca Barbara Haas. La terza ed ultima vittoria nell’ITF di Campinas, è di Martina Di Giuseppe. L’azzurra, testa di serie numero 4, è stata brava a rimontare un set di svantaggio e ad uscire vittoriosa in un match complicato con la russa Varvara Gracheva, terminato con il seguente punteggio: 3-6 6-3 6-4.  La ventottenne tennista laziale, numero 189 al mondo, affronterà la vincente del match fra la cipriota Raluca Georgiana Serban, settima testa di serie, e la brasiliana Teliana Pereira, in tabellone grazie ad una Wild Card. L’unica sconfitta da registrare è di Anastasia Grymalska che si è arresa con la georgiana Ekaterine Gorgodze ma solamente al tie break del terzo, dopo aver vinto il primo col punteggio di 6-3 e dopo aver perso il secondo col medesimo score.

Torna a sorridere anche Corinna Dentoni nel 15.000 di Tel Aviv. L’azzurra torna in quarti di finale di un torneo ITF a due anni di distanza dall’ultima volta (ITF di Obidos), e lo fa battendo la giovane olandese Merel Hoedt in due set (6-4 6-3). La tennista di Pietrasanta si troverà di fronte, in quarti di finale, la slovacca Viktoria Morvayova, numero 804 del ranking WTA.

Tanti rimpianti, invece, per Camilla Scala, impegnata nel suo match di secondo turno all’ITF di Tabarka.  La tennista italiana, testa di serie numero 5 del torneo tunisino, è stata sconfitta, dopo aver avuto tre match points consecutivi sul proprio servizio nel secondo parziale, dalla francese Alice Rame. Lo score finale, in favore della francese, è stato 6-4 5-7 5-7.

Disputati i match di secondo turno anche a Santa Margherita Di Pula e quattro erano le azzurre impegnate, tra cui un derby. Quest’ultimo vedeva in campo Lucia Bronzetti e Stefania Rubini ed a prevalere è stata la tennista bolognese in tre set (4-6 7-5 6-2). La Rubini affronterà, nel suo match di quarti,  la georgiana Mariam Bolkvadze. Bella vittoria anche per Lucrezia Stefanini che ha battuto in tre set lottati (6-2 5-7 6-4) la croata Tena Lukas e, nei quarti, sfiderà la russa Viktoria Kan, brava ad estromettere dal torneo la testa di serie numero 1,  Arantxa Rus. Niente da fare per l’altra italiana, ossia Giorgia Marchetti, sconfitta, con lo score di 6-1 3-6 4-6, dalla rumena Ioana Loredana Rosca.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *