Tennis, occhi dominanti e stimoli visivi

SVTA
di Andrea Cagno (S.V.T.A.training)
Diversificazione degli stimoli per ottimizzare l’equiparazione delle dominanze e ottimizzare la performance 
Lo sviluppo delle coordinazioni senso-motorie è dovuto, in particolare alle informazioni visive. Attraverso le posture, i movimenti quotidiani e le relazioni tra il sistema visivo, vestibolare e cinestesico si evinceranno le lateralità dominanti e quelle recessive.
Un esempio di sviluppo senso-motorio è la coordinazione oculo-podalica della specializzazione degli arti inferiori e dei piedi:
-Arto inferiore veloce-preciso gestito dall’occhio dominante attraverso la fissazione del target;
-Arto inferiore forte , stabile e di equilibrio dinamico gestito dall’occhio recessivo tramite la visione periferica la propriocezione e il sistema vestiboloculare.
Con queste conoscenze si può creare un allenamento specifico per ottimizzare la qualità di movento e di gioco di un atleta ; lo stesso palleggiare è già un allenamento.
Quanti atleti non calciatori si cimentano nel palleggio?