L’anno d’oro di Simona

di - 21 Ottobre 2013

di Sergio Pastena

C’è una nuova sceriffa in città? Non è detto, ma di sicuro la stagione 2013 di Simona Halep resterà impressa a lungo nella mente della rumena.

La Halep, infatti, ha messo la ciliegina su un’annata strepitosa andando a conquistare il prestigioso torneo di Mosca e arrivando a toccare il numero 14 del ranking. Per farcela a dovuto battere in sequenza Rybarikova, Kleybanova, Pavlyuchenkova e alla fine l’unica avversaria non dell’est Europa, che rispondeva al nome di Samantha Stosur. E lo ha fatto senza lasciare per strada un set, tutto mentre la nostra Vinci lasciava strada alla Kuznetsova e la Kirilenko si afflosciava subito.

Chi si rivede!

Meno prestigiosa, ma di sicuro buona per il morale, la vittoria in Lussemburgo di Caroline Wozniacki, che ha sofferto a tratti (specie contro la Jovanovski) ma poi si è sciolta superando prima la Lisicki e poi in finale l’outsider Annika Beck. Fuori al terzo turno Sloane Stephens contro la Voegele, out subito tra le italiane la Schiavone, il tricolore si consola con i quarti di finale di Karin Knapp.

E questa settimana cosa c’è?

Beh, semplice: due gruppi da quattro tenniste. Da un lato Williams, Radwanska, Kvitova e Kerber, dall’altro Azarenka, Li, Errani e Jankovic. Ebbene sì, è arrivato il momento di Istanbul e saranno fuochi d’artificio. Ma per parlarne ci sarà tempo…

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *