Itf: Frigerio in semifinale a Cancun, out Fonio a Santa Margherita di Pula

di - 20 Aprile 2019
Giovanni Fonio - foto Papetti

Giornata difficile per il tennis azzurro a livello ITF. Erano quattro gli azzurri, in campo maschile e femminile, impegnati nei quarti del $25.000 di Santa Margherita di Pula. Nessuno di loro, però, è riuscito a raggiungere il penultimo atto del torneo. Il primo ad essere sconfitto, in ordine di tempo, è stato Samuele Ramazzotti, in tabellone grazie ad una WC. Il classe ’99 marchigiano è stato sconfitto con lo score di 6-4 6-1 dal qualificato brasiliano Wilson Leite.  Successivamente sconfitta anche per la testa di serie numero 3 del torneo, ossia Liam Caruana. Il match fra il ventenne romano e lo svedese Christian Lindell era sicuramente una delle partite più interessanti tra quelle disputate oggi a Pula ed è stata appunto vinta dall’ex top 200 con lo score di 7-6(5) 3-6 6-2. Lindell in semifinale si troverà di fronte la testa di serie numero 1 del torneo, ossia il ceco Jan Satral, che ha sconfitto con un perentorio 6-4 6-0 l’ultimo italiano, in campo maschile, rimasto in tabellone, ossia Giovanni Fonio. Non è andata meglio in campo femminile dove era presente una sola azzurra, ossia Anastasia Grymalska. L’azzurra, testa di serie numero 7 del tabellone, è stata sconfitta in rimonta 1-6 6-3 6-3 dalla giocatrice del Liechtsteinen Kathinka Von Deichmann, terza testa di serie.

L’unico azzurro vittorioso nella giornata di oggi, a livello ITF, è stato Lorenzo Frigerio che raggiunge la semifinale all’ITF di Cancun. Quarto di finale dominato da parte del classe ’89 lombardo che ha sconfitto 6-1 6-2 il LL australiano Cameron Green. L’azzurro nel penultimo atto del torneo sfiderà lo statunitense Evan Zhu, settima testa di serie del torneo.

Sconfitto, invece, Fabrizio Ornago impegnato nell’ITF di Shymkent. Il ventisettenne milanese, testa di serie numero 5 del torneo, è stato battuto con lo score di 6-3 5-7 6-3 dal russo Alen Avidzba, terza testa di serie del torneo kazako

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *