Challenger Barcellona 2019: un ottimo Caruso approda al terzo turno, out Lorenzi

di - 1 Ottobre 2019
Salvatore Caruso - foto Dell'Olivo

Un ottimo Salvatore Caruso batte il portoghese Joao Domingues, attuale numero 186 del ranking ATP, col punteggio di 6-4 6-2 in circa un’ora e diciotto minuti di match ed approda così agli ottavi di finale del Challenger di Barcellona, in cui si troverà di fronte uno dei “veterani” del circuito, ossia lo spagnolo Tommy Robredo. Una prestazione sontuosa da parte del tennista siciliano, che ha perso appena dodici punti in nove game di battuta (25/33 con la prima, 76%; 12/16 con la seconda, 75%) ed ha breakkato il suo avversario in tre dei quattro game in cui ha avuto chances (primo e terzo game del primo set; quinto game del secondo).

Niente da fare, invece, per Paolo Lorenzi, che viene estromesso al secondo turno da una delle wild card del torneo, lo spagnolo Jaume Pla Malfeito, numero 530 delle classifica ATP, col punteggio di 6-4 1-6 6-2. Una dura battuta d’arresto per l’esperto giocatore azzurro che, dopo un finale di primo set negativo, sembrava aver rimesso le cose a posto nel secondo parziale. Pla Malfeito conquista così il suo secondo successo consecutivo a livello Challenger, nonché il suo secondo successo in carriera in tornei di questo calibro (il primo ottenuto ieri grazie al ritiro di Raul Brancaccio).

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *