Ai nastri di partenza

di - 28 Dicembre 2013

di Sergio Pastena

Subito i pezzi da novanta in campo per l’inizio della stagione 2014 della WTA.

Tre i tornei in programma, anche se l’attenzione globale è focalizzata su un solo appuntamento: ovviamente parliamo di quello di Brisbane, in Australia, anche se regalano motivi di interesse sia la seconda edizione dello Shenzhen Open che il tradizionale ASB Classic di Auckland.

Ma andiamo con ordine.

L’antipasto che sazia

Serena Williams, Victoria Azarenka e Maria Sharapova. Tre nomi che riassumono la storia recente del tennis femminile e che hanno dominato il 2013, con la statunitense a fare la parte della leonessa.

Poteva pescare meglio

A proposito di leonesse, la nostra risponde al nome di Francesca Schiavone ed ha avuto un sorteggio mica da ridere: subito Jelena Jankovic, che parte con l’obiettivo di confermare un 2013 piuttosto brillante. Impegnata al primo turno anche la Sharapova, contro la giovane francese Garcia, mentre Williams e Azarenka avranno un bye.

Dalle qualificazioni non emergono grossi nomi, con la baby Barty impegnata al turno decisivo contro l’olandese Bertens e le altre teste di serie eliminate ad eccezione della Hsieh.

Due big e poi il vuoto

Aumenta il montepremi, ma la media non si alza.

Nel 2013 è andata bene

A Shenzhen, esattamente come nel 2013, l’ultima testa di serie è fuori dalle prime 50 della classifica: all’epoca era la Jovanovski, numero 56, oggi Annika Beck (58). Qualche miglioramento, però, si registra a livello di presenze di vertice, visto che in Cina ci saranno due Top Ten: una è prevedibilmente la detentrice Na Li, la seconda ci riguarda da vicino visto che si tratta della nostra Sara Errani, impegnata al primo turno contro la wild card locale Saisai Zheng. Sono loro le due favoritissime, visto che le rivali dalla Zakopalova in poi sembrano essere un gradino sotto.

Qualificazioni senza italiane e senza grossi nomi in generale ad eccezione di Dulgheru e Pironkova, che provano a ripartire dall’oriente per dimenticare un 2013 non eccezionale.

Partiamo col botto?

Auckland è una costante: quando il tennis passa da qui, la stagione sta iniziando.

Non ci facciamo mancare niente

Anche quest’anno in Nuova Zelanda si radunano un po’ di seconde linee, ma non solo: lo sguardo degli appassionati italiani, infatti, si posa su questo torneo perchè la prima testa di serie è Robertina Vinci, impegnata contro la croata Konjuh all’esordio.

Tra le favorite del seeding c’è anche Karin Knapp, che non ha avuto un sorteggio facilissimo visto che se la vedrà subito con la Goerges, mentre la seconda testa di serie Ana Ivanovic parte con Alison Riske. Le speranze dei padroni di casa, ovviamente, sono riposte tutte nella Erakovic mentre dalle qualificazioni non sembrano provenire grossi nomi eccetto per la Vandeweghe.

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *