Il Luogo Comune…Dati alla mano (II Puntata)

di - 4 Marzo 2008


(nella foto il brasiliano Ricardo Hocevar, 14 vittorie consecutive a livello future)

di Alessandro Nizegorodcew

Prosegue la statistica di Spazio Tennis dedicata ad uno dei più grandi luoghi comuni del tennis. Come detto all’interno della prima puntata chi vince un torneo, nella maggior parte dei casi supera anche il primo turno del torneo successivo. All’interno della statistica qui curata sono presenti anche i giocatori che hanno giocato due tipi di tornei diversi da settimana a settimana (es. vinto challenger e giocato un Atp la settimana successiva), i quali forse andrebbero inseriti in una statistica a parte; fatto sta che i numeri danno comunque forza a questa teoria, bocciando coloro i quali sostengono che molti giocatori, e in particolare gli italiani, tendono a perdere subito dopo aver vinto un torneo, a causa di scarse motivazioni, di stanchezze, ecc.. ecc..

Questi i dati relativi ai primi due mesi del 2008 (Gennaio-Febbraio):

Totali:
38W – 10L (80%)

Atp
7W – 2L (78%)

Challenger
2W – 3L (40%)

Futures
29W – 3L (90%)

Queste statistiche cosa stanno a significare? A livello futures non c’è dubbio che i giocatori in ascesa sono favoriti dal fatto che spesso nei primi turni si trovano di fronte avversari di non grande rilevanza; ciò non toglie che la fame a questo livello è tanta e vincere un torneo, a livello economico così come di classifica, non fa la differenza, anzi..
A livello Atp la statistica appare chiara, mentre a livello challenger si evince come l’equilibrio regni sovrano; vincere un torneo challenger è quasi sempre molto dispendieso, per usare un eufemismo, e al primo turno nel torneo successivo si affronta di norma un giocatore di livello importante.

Per quanto riguarda gli italiani poi la statistica ribalta le false credenze: 3W – 1S

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *